Papa: ha incontrato Abu Mazen, tema pace in primo piano - Politica

M.O.: Papa Francesco e Abu Mazen, Gerusalemme resti Città santa per le tre religioni

Papa-Abbas: rilanciare il processo di pace israelo-palestinese

E la nota sottolinea che "durante i cordiali colloqui sono stati rilevati i buoni rapporti tra la Santa Sede e la Palestina e il ruolo positivo dei cristiani e dell'attività della Chiesa nella società palestinese, sancito dall'Accordo globale del 2015". "Grazie della visita", ha esclamato Papa Francesco prima di congedarsi.

I colloqui si sono poi soffermati "sul cammino di riconciliazione all'interno del popolo palestinese, nonché sugli sforzi per riattivare il processo di pace tra Israeliani e Palestinesi e raggiungere la soluzione dei due Stati, auspicando un rinnovato impegno della Comunità internazionale nel venire incontro alle legittime aspirazioni di entrambi i popoli". Lo riferisce la Santa Sede sottolineando che si è parlato anche degli altri conflitti in Medio Oriente e della necessità di contrastare il fondamentalismo.

Papa Francesco ha incontrato lunedì in Vaticano il leader dell'autorità nazionale Palestinese Mahmoud Abbas e ha discusso con lui della situazione in Medio Oriente, prestando particolare attenzione allo status di Gerusalemme, ha riferito il servizio stampa della Santa sede.

"Il Papa ha donato ad Abu Mazen un medaglione rappresentante la basilica di San Pietro, l'enciclica 'Laudato si" e il Messaggio della Pace 2018. Tra loro, il ministro degli Esteri Ryadh al Maliki, l'ambasciatore Palestina presso l'Italia Mai Alkaila, e l'Ambasciatore diPalestina presso la Santa Sede Issa Kassisieh. Quello tra il Santo Padre e Abu Mazen è il primo incontro (il quarto in totale) dopo la decisione del presidente Trump di spostare l'ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a Gerusalemme, riconoscendola come capitale di Israele e provocando giorni di sangue e proteste.

Francesco ha accolto il leader palestinese con un abbraccio e un bacio.

Altre Notizie