Ferrari a nervi tesi: Montezemolo smonta Vettel

F1 – Dagli elogi a Leclerc agli errori di Vettel, Montezemolo sincero: “Hamilton avrebbe vinto con la Ferrari, ma…”

Formula 1, Montezemolo: "Con Hamilton la Ferrari sarebbe mondiale"

Hamilton ha fatto la differenza, ha disputato la migliore stagione da quando corre.

Così ai microfoni di "La Politica nel Pallone", sulle frequenze di GR Parlamento (Radio Rai): "Credo che l'Hamilton visto quest'anno avrebbe vinto con la Ferrari".

Ovviamente è valido il solito concetto per cui non si diventa scarsi alla guida da un giorno con l'altro e del resto lo dice ance Montezemolo in chiusura delle sue dichiarazioni: "Vettel ha tutte le capacità per potersi rifare, logicamente con una macchina competitiva".

Montezemolo, continuando con la propria disamina, ha poi aggiunto: "Da questo campionato esce una Ferrari differente da quella che lasciai nel 2014, a livello di uomini e mentalità". "La Ferrari ha avuto una buona macchina quest'anno, che in alcune situazioni era addirittura migliore della Mercedes, ma è mancata qualcosa nella parte finale della stagione".

Se con Alonso mancò l'obiettivo massimo, con i mondiali sfiorati nel 2010 e 2012, Luca di Montezemolo è rimasto colpito dalla quantità di errori messa in campo da Vettel all'alba della seconda metà di stagione; da qui, immaginiamo, l'apprezzamento verso il pilota inglese, ritenuto oggettivamente superiore al tedesco specie in questi ultimi 12 mesi. "Va comunque sostenuto e tenere la squadra unita, specialmente considerando l'arrivo di un giovane fenomeno come Leclerc". "Ne parlavo con Todt: anche Schumacher fece degli errori nei primissimi tempi, ma è sempre importante parlare chiaro nello spogliatoio e sostenere il team in pubblico".

Ricordiamoci poi che in Formula 1 non si possono sovrapporre gli effetti e quindi non si può pensare a mo' di "quello che funziona da una parte automaticamente funzionerà dall'altra": nel nostro caso, non è garantito (o non è garantibile a priori) che la Ferrari fosse in grado di offrire le stesse sinergie tecniche dell'AMG Mercedes a Lewis, permettendogli di essere in una condizione dominante in pista.

"Vettel ha fatto degli errori decisivi per il Mondiale ma bisogna fare di tutto per tenerlo carico, è un pilota di primissimo ordine e sempre vicino alla squadra". Più personalmente, Montezemolo, 71 anni, ha escluso il suo ritorno in F1, dichiarando: "Da zero a cento, la possibilità è inferiore allo zero". "Michael è un gran lottatore, voglio bene a lui e alla famiglia". Mi fa piacere che stia andando bene Mick e gli sono vicino. "Meno di zero." ha concluso Montezemolo.

"La Juve vincerà la Champions prima che la Ferrari rivinca il mondiale di Formula Uno".

Altre Notizie