Brexit, prima pesante sconfitta in Parlamento per il governo May

Brexit, annuncio a sorpresa: il Regno Unito può revocarla unilateralmente

Brexit, secondo la Ue può essere revocata unilateralmente dal Regno Unito

Una situazione, nota Cox, che potrebbe rendere poi Londra "soggetta a protratti e ripetuti round negoziali".

Approvare l'accordo di divorzio dall'Ue significa "rispettare" il risultato referendario di due anni e mezzo fa, restituire al Regno Unito "il controllo" della sua sovranità e "riunire il Paese", ha detto la premier May aprendo il dibattito sulla ratifica dell'intesa. Ma ha rimarcato come il meccanismo in questione sia solo una garanzia teorica per l'obiettivo condiviso dalle parti di mantenere un confine senza barriere fra Irlanda e Irlanda del Nord.

L'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea potrà essere revocata senza passare dal consenso degli altri stati membri.

"Per Theresa May, .ci riferisce il nostro inviato McAviney Vincent da Londra - quanto avvenuto puo' significare soltanto una cosa: ora si trova al comando di un governo che non ha la maggioranaza, fatto che puo' portare a un voto di sfiducia contro la premier stessa, visto che il governo non puo' permettersi di perdere ulteriori voti in vista delle prossimi votazioni in dibattimento".

Martedì i Comuni hanno inferto alla premier un secondo schiaffo approvando un emendamento, promosso dal dissidente Tory Dominic Grieve col sostegno dell'opposizione laburista, che lega di fatto le mani all'esecutivo in caso di bocciatura dell'intesa l'11 dicembre, attribuendo al Parlamento voce in capitolo su qualunque opzione successiva.

Il richiamo nero su bianco del documento alla durata a tempo indeterminato del backstop in base al "diritto internazionale" imbarazza in ogni modo il governo soprattutto dentro la maggioranza: di fronte sia ai deputati conservatori più perplessi sull'accordo raggiunto con l'Ue sia ai furiosi alleati della destra unionista nordirlandese del Democratic Unionist Party. Anche l'Unione europea non ha accolto non favore la richiesta alla Corte, sottolineando che l'assegnazione di un potere unilaterale potrebbe finire con il destabilizzare l'Europa intera.

Altre Notizie