Fca, un anno di cassa integrazione straordinaria a Mirafiori

Mirafiori, 3000 in cassa integrazione

Mirafiori | Cassa integrazione straordinaria | 2019

Un anno di cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione, dal 31 dicembre di quest'anno fino al 29 dicembre del 2019, allo stabilimento torinese di Mirafiori di Fca. Ne dà notizia la Uilm Torino. Commenta Dario Basso, segretario della Uilm di Torino: "Si tratta di un provvedimento per certi aspetti obbligato, perché nei due impianti torinesi gli ammortizzatori sociali sono in esaurimento, ma che sarà utilizzato per l'avvio produttivo della 500 Elettrica".

Dal prossimo gennaio, inoltre, sono previsti dei trasferimenti di lavoratori dall'Agap di Gruglisco a Mirafiori per un massimo di 800 addetti complessivi. Soddisfatti i sindacati che temevano non fosse possibile la continuità dei salari in uno stabilimento dove gli ammortizzatoro sociali sono in esaurmento e solo la cassa per riorganizazzione era, per ora, l'ancora di salvezza. La musica non sta cambiando e i lavoratori pagano la mancanza e i ritardi degli investimenti industriali. Poi a gennaio 2020 dovrebbe partire la nuova linea per la 500 elettrica come ha annunciato nei giorni scorsi Pietro Gorlier, responsabile Emea di Fca.La cassa riguarderà operai, impiegati e quadri: e il numero dei coinvolti crescerà via via: dai 2.445 lavoratori interessati dal 31 dicembre si passerà ai 2.595 del 14 gennaio si ariverà ai 2.755 del 28 gennaio, poi a 2,915 l'11 febbraio; 3.075 il 25 febbraio;e 3.245 del 4 marzo. "Chiederemo da subito un incontro alla direzione aziendale e continueremo con le iniziative per difendere il lavoro a Torino". "Modello che, secondo quanto dichiarato dall'azienda, consentirà di raggiungere l'obiettivo della piena occupazione nel Polo composto da Carrozzerie e Agap di Grugliasco". "Sarà nostro compito vigilare affinché gli impegni assunti da Fca vengano concretizzati nei fatti", conclude l'esponente sindacale.

Altre Notizie