La sonda InSight atterra su Marte. Segui la diretta

InSight su Marte, oggi diretta su Focus Tv e streaming online sul sito della Nasa

La sonda Insight della Nasa si è posata su Marte

"Questo spiega bene perché viene piazzata una copertura anti polvere sulla videocamera". A bordo della sonda della Nasa viaggia anche molto made in Italy, tra cui lo strumento Star Tracker, che ha guidato la sonda nel suo viaggio nello spazio.

Lu Pan, geologo planetario, Università di Lione "Abbiamo alcune ipotesi: dai nostri studi sull'interno della Terra pensiamo che Marte sia un pianeta terrestre formato più o meno allo stesso modo".

Uno scudo anticalore ha impedito che InSight bruciasse nella rarefatta atmosfera marziana mentre precipiatava alla velocità di quasi 20.000 km/h.

La prima foto inviata da InSight una volta ammartata: un dettaglio della distesa piatta e liscia chiamata Elysium Planitia. Alle 20.51 il paracadute si è aperto, 15 secondi dopo è avvenuto il rilascio dello scudo termico che ha così permesso successivamente di aprire le zampe per l'atterraggio.

"E' stata un'esperienza emotiva incredibile", rievoca Hoffman.

InSight
Credits NASA JPL-CalTech

Dopo sette minuti di paura e ansia un semplice beep ha fatto esplodere di gioia tecnici e ingegneri del Jet Propulsion laboratory. "Con Marte è sempre difficile, niente è garantito", aveva dichiarato domenica lo scienziato statunitense di origini svizzere Thomas Zurbuchen, capo del comitato che aveva approvato la missione da un miliardo di dollari.

Le prossime tappe di NASA InSight prevederanno di dispiegare i pannelli solari per l'alimentazione delle batterie (non c'è un RTG a isotopi radioattivi) e di iniziare a fotografare il terreno nella zona circostante per esaminare al meglio la zona.

La missione partita lo scorso maggio è unica nel suo genere. Per farlo conterà sugli eventi sismici, tremori che spesso sono causati dalla stessa forza tettonica che ha plasmato le sue bellissime montagne e vallate.

La sonda è dotata anche di un sismometro, costruito in Francia, posato direttamente sul suolo di Marte e che servirà per ascoltare le sue vibrazioni: onde d'urto della meteora, movimenti del suolo, movimenti di strati rocciosi e quelli profondi del magma. Weber ritiene che Marte si collochi in qualche punto a metà strada tra la Terra e la Luna per quanto riguarda l'intensità dell'atitività tettonica.

Tra gli altri strumenti di InSight, inoltre, ce n'è un altro Made in Italy: si tratta di Larri, un microriflettore di ultima generazione sviluppato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) con il supporto dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) che fornirà la posizione accurata del lander durante l'esplorazione del pianeta.

Altre Notizie