Morbillo: è emergenza contagio tra medici e operatori sanitari

Quali sono i sintomi

Morbillo, il piano del ministero: "Vacciniamo 800 mila giovani"

Intanto, il dicastero ha fatto partire una circolare di aggiornamento del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia, in cui sono rafforzate le linee guida per la corretta diagnosi, la classificazione dei casi e la standardizzazione per la raccolta dati.

Dei casi di morbillo che si sono verificati quest'anno sono stati segnalati proprio tra gli operatori sanitari. Un record di casi c'è stato l'anno scorso, con 5.402 casi di morbillo segnalati in Italia, mentre quest'anno dal primo gennaio al 30 settembre sono stati segnalati 2295 casi di morbillo, con un picco di 471 casi nel mese di aprile e una diminuzione graduale nei mesi successivi fino a raggiungere 44 casi nel mese di settembre. I dati sono stati presentati dalla Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali, la Simit, Massimo. Nei giorni scorsi, in concomitanza con i casi di morbillo a Bari, aveva lanciato l'idea di una proposta di legge per introdurre una nuova ipotesi di reato per sanzionare penalmente chi con la sua condotta mette a repentaglio la salute della collettività, rilanciandola su Facebook. "E' quindi assolutamente inaccettabile che un operatore sanitario non sia protetto e di conseguenza non protegga i suoi assistiti". Tra questi molte donne in eta' fertile, che dovrebbero assolutamente vaccinarsi prima di intraprendere una gravidanza. "Altrettanto necessario e' provvedere alla vaccinazione degli operatori sanitari non vaccinati e che non abbiano contratto il morbillo nell'infanzia".

Per Simit l'obbligo vaccinale rigorosamente applicato resta l'unica via percorribile per un periodo che non è possibile prevedere di breve durata.

"Ogni ulteriore sottovalutazione in questo momento puo' essere foriera di pericolose conseguenze ai danni della salute pubblica - avverte l'esperto - e soprattutto ai danni delle componenti piu' fragili della popolazione, come i bambini immunodepressi, che non potendo praticare i vaccini o non potendo beneficiare di essi vengono protetti solo dall'immunita' di gregge, cioe' dalle vaccinazioni praticate dagli altri che impediscono la circolazione delle infezioni". Basta dunque, chiede la Simit, con le posizioni "contraddittorie, che generano confusione e favoriscono gli irresponsabili". "Per questo il ministero della Salute sta predisponendo un nuovo Piano strategico di eliminazione del morbillo che prevede il coinvolgimento di altre amministrazioni e ministeri per programmare azioni in grado di aumentare la consapevolezza del valore dell'immunizzazione attraverso i vaccini come strumento di prevenzione lungo tutta la vita".

Medici ed infermieri, per il particolare ruolo che svolgono, sono particolarmente a rischio infezione. Quindi, a legislazione vigente, conclude, "non serve altro che far rispettare la legge".

Altre Notizie