Elezioni Usa, Trump perde la Camera ma esulta: ecco perché è soddisfatto

Wall Street alla prova elezioni Midterm come si è mossa nell'era Trump

I Democratici riconquistano la Camera dopo 8 anni. Ma il Senato resta ai repubblicani

I democratici conquistano la maggioranza alla Camera, mentre i repubblicani la conservano e la rafforzano al Senato. Le ribellioni dentro al Grand Old Party - quel disagio che aveva caratterizzato i repubblicani due anni fa. Su certi temi è plausibile che si trovi un accordo (infrastrutture, sanità, tutela della classe media, per esempio) mentre su altri (immigrazione, deregolamentazione finanziaria, tagli alle tasse dei ricchi, diritti civili) non ci sono margini. Secondo loro infatti i democratici forzeranno la mano, daranno agli americani l'impressione di aver paralizzato il paese, e consentiranno al presidente di impostare la campagna del 2020 contro il loro estremismo, chiedendo agli americani di rieleggerlo e di ridare il controllo del Congresso ai repubblicani per far ripartire il paese. "Le donne stanno tenendo insieme la democrazia in un momento molto pericoloso". Come riportato dal sito Politico.eu, vari esponenti delle lobby automobilistiche europee hanno espresso inquietudini legate alle mire espansionistiche della manifattura a stelle e strisce.

I sondaggi questa volta non hanno sbagliato: alle elezioni di midterm il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha perso la Camera.

E' giunta poi puntuale - e prevista - la vittoria della democratica progressista Alexandra Ocasio-Cortez, eletta nel suo distretto per la Camera nello stato di New York: con i suoi 29 anni diventa il più giovane membro del Congresso della storia americana. "Sono nata in un quartiere dove il codice di avviamento postale della zona in cui vivi determina il tuo destino", racconta a proposito delle sue origini nel Bronx. In passato ha lavorato per Bernie Sanders e secondo molti può rappresentare il futuro dei dem.

Tra le candidate in Minnesota si è presentata anche Ilhan Omar, 36 anni, che è diventata la prima donna musulmana rifugiata al Congresso. "Prosciugheremo la palude degli interessi del denaro nelle nostre elezioni e ripuliremo la corruzione per fare in modo che Washington funzioni per tutti gli americani", ha concluso.

E così è stata eletta Ayanna Pressley, prima afroamericana che siederà alla Camera dei Rappresentanti in Massachusetts.

Christine Hallquist è invece la prima transgender a correre come governatore per il Vermont.

Nel grafico seguente, un modello probabilistico sviluppato da Anthony Retsch, si evidenzia proprio la propensione a votare per i Democratici in ben tre delle quattro macro-aree suburbane degli Stati Uniti.

Il Partito Democratico americano ha riconquistato il controllo della Camera, ma fondamentalmente il presidente Donald Trump "ha superato quasi indenne le elezioni di metà mandato, una prova in cui i suoi predecessori hanno avuto seri problemi", spiega a Formiche.net Lucio Caracciolo, direttore della rivista Limes e tra i massimi esperti di geopolitica in Italia. Ma dal 20 gennaio si troverà alla Camera una maggioranza di 229 democratici contro 206 repubblicani.

Il presidente Trump ha commentato con entusiasmo i risultati del midterm: "Tremendo successo stasera". Al di là delle conclusioni politiche o giudiziarie di queste indagini, saranno sicuramente una grande distrazione e potenzialmente un grande imbarazzo per la Casa Bianca e i Repubblicani. "Non c'è stata nessuna onda blu democratica", ha aggiunto il tycoon.

Altre Notizie