Sarri su Higuain: "Fosse rimasto un anno in più avremmo potuto vincere"

Premier League

Premier League

Quest'anno possono trionfare in Champions, sono due i candidati: loro e il City. Se sbaglia paga lui, se non sbaglia o sbagliano gli altri paga lo stesso. Alfredo Pedullà, altro interlocutore della chiacchierata, prova a incalzarlo ma il mister non si sbilancia: "Sono contentissimo di Giroud che fa un lavoro enorme per la squadra". Era questione di tempo. De Laurentiis ha recentemente affermato che è andato via per soldi: "Non voglio parlare di questo, non mi interessa". Maurizio Sarri non vuole più tornare sulle difficoltà emerse durante la trattativa per il rinnovo dell'estate appena trascorsa, che ha visto poi Carlo Ancelotti accomodarsi sulla panchina del Napoli. Io non posso guardare indietro: "Napoli resta sulla mia pelle ma ora basta per favore". Amerò Napoli tutta la vita, io e la città, i tifosi, sappiamo bene tante cose e il nostro è un amore indissolubile. E so cosa pensano di me. Se fosse rimasto anche la stagione successiva penso che... ci sarebbero state le condizioni per vincere. Era entrato in meccanismi fantastici, ci capivamo, aveva grande feeling con i compagni. "Sincronismi perfetti, il rimpianto magari resterà". Invece, riguardo i talenti italiani dopo Insigne: "Stravedo per Bernardeschi". Insigne, Bernardeschi e... Chiesa al terzo posto. Sta crescendo al punto di poter diventare presto un autentico fuoriclasse. E' un talento purissimo, generoso, dinamico: ha i colpi del predestinato.

Infine, Sarri individua i suoi successori: "Tifo per Marco Giampaolo". Entro a Stamford Bridge e sento urlare il mio nome. Di solito li fanno a chi vince, io cosa ho vinto? Un coro, due cori, robe da pizzicotti.

Altre Notizie