Stefano Cucchi: attore e regista del film parlano del pestaggio

“Sulla mia pelle” in sala Tirreno il film su Stefano Cucchi la sorella Ilaria ospite alla proiezione      13/10/18

“Sulla mia pelle” in sala Tirreno il film su Stefano Cucchi la sorella Ilaria ospite alla proiezione 13/10/18

Con la fine dell'esistenza di Stefano si apre la narrazione del film che ripercorre e ricostruisce a ritroso i suoi ultimi giorni di vita, scanditi da un'agonia e da una solitudine interminabili e ancora molte, troppe zone di ombra che hanno dato origine a uno dei casi più neri di cronaca giudiziaria e che ha visto avvicendarsi in questi nove anni sul banco degli imputati agenti di polizia penitenziaria, medici e carabinieri, attraverso un assordante e imbarazzante silenzio e un rimpallo continuo di responsabilità e accuse di colpevolezza tra gli indagati. Alle 20.30 è infatti prevista la proiezione di "Sulla mia pelle", drammatico capolavoro del regista Alessio Cremonini, che narra la vicenda di Stefano Cucchi, giovane geometra romano morto nell'ottobre del 2009 in circostanze mai del tutto chiarite. Ad aprire la proiezione la sorella Ilaria e il legale della famiglia Fabio Anselmo. Sto leggendo con le lacrime agli occhi quello che hanno fatto a mio fratello. Col passare del tempo si sta istituendo questa abitudine del giudizio immediato, ovvero 'sei drogato quindi mi fai schifo'.

L'evento è organizzato dall'Associazione Stefano Cucchi e si svolgerà il prossimo 17 ottobre a Olbia, presso La Talpa Risto-pub in via Capo Verde. La verità era su quel colpo martoriato: "verità negata in anni e anni di processi sbagliati, processi falsi e ipocriti sulla pelle sua e della sua famiglia". "Questo film è speciale, è vivo e oggi è un giorno magico che tutti noi aspettavamo come cineasti e come cittadini: abbiamo sempre immaginato che Stefano non fosse caduto per le scale", ha spiegato il regista.

Poche parole, ma eloquenti: "La giustizia è lenta ma ariva pe tutti" scrive Alessandro Borghi su Twitter, dopo la svolta nel caso Cucchi. Alessio Cremonini ha ricostruito con sapienza, maestria e cura maniacale dei particolari il dramma interiore e la solitudine di un uomo lasciato in balìa di se stesso e di chi avrebbe dovuto tutelarlo.

Altre Notizie