Bricioline di Flat Tax

Simona Granati- Corbis via Getty Images

Simona Granati- Corbis via Getty Images

Non è d'accordo il vicepremier della Lega Salvini il quale in risposta all'annuncio del Ministro del Tesoro replica che l'avvio a regime della flat tax costerà allo Stato 1,7 miliardi di euro. Perché sulla Flat Tax, a guardare i numeri che Giovanni Tria ha indicato al Parlamento, il Governo investirà appena 600 milioni nel 2019, una cifra limitatissima - che è prevista in aumento a 1,8 miliardi nel 2020 e 2,3 miliardi nel 2021 - e a impatto "limitato" sulla crescita. Nell'arco del triennio, concludono Salvini e Tria, "abbasseremo le tasse con una media annuale stimabile per 1,7 miliardi di euro".

Mentre il ministro Tria, infatti, ha parlato di 600 milioni di euro per la misura che, nel 2019, riguarderà soltanto le partite IVA, Matteo Salvini rilancia parlando di una cifra superiore al doppio. "Comunque lunedì arriva il decreto fiscale - ha concluso - i numeri saranno scritti e non mentono". Le risorse stanziate sono quelle dette da Tria - si legge nella nota - cioè 600 milioni nel 2019, 1,8 miliardi nel 2020 e 2,3 miliardi nel 2021: in totale a regime ci sono 1,7 miliardi all'anno come sostiene Salvini.

Potrebbero presentarsi dei colpi di scena dato che la flat tax è l'unica tra le principali novità fiscali proposte dal Governo del Cambiamento a non presentare le relative disposizioni nella bozza del documento citato. Quasi per difendersi, tuttavia, a margine di un incontro per celebrare l'anniversario delle teste di cuoio (il reparto speciale dei Nocs), il ministro dell'Interno ha tenuto a precisare: "I fondi per la Flat Tax sono di più: un miliardo e 700 milioni".

Altre Notizie