Caso Cristiano Ronaldo: "Le prove sono qui a Las Vegas"

Ruby

Ruby e Cristiano Ronaldo

La polizia di Las Vegas, comunque, ha riaperto il fascicolo chiuso 8 anni fa su Cristiano, dopo la mossa degli avvocati di Kathryn di impugnare il contratto extragiudiziale per comprare il "silenzio" della ragazza con 375mila dollari, per coercizione e frode, abuspo di una persona debole, estorsione e cospirazione.

Cristiano Ronaldo ha organizzato un incontro con i legali a Lisbona. Mayorga ha raccontato allo Spiegel che dopo la denuncia iniziale contro anonimi, parlò con un agente del fatto che fosse stata aggredita da Ronaldo; lo pregò però di non avviare delle indagini, e dopo la firma dell'accordo non sporse denuncia. Abbiamo le stesse prove del 2009.

Tra le ex di Ronaldo ci sono nomi famosi come Kim Kardashian, Paris Hilton e la top model Irina Shayk ma nulla indica che abbia mai aggredito una di loro.

"Questo hacker - continua l'avvocato di Ronaldo - ha poi tentato di vendere i dati, e un mezzo di comunicazione ha finito, irresponsabilmente, per pubblicare parti significative di questi dati rubati, e che peraltro erano state alterate o completamente 'fabbricate'". Ronaldo ha detto di avere "la coscienza pulita" ma deve comunque difendersi da una causa civile (per l'annullamento dell'accordo del 2009) e da una possibile accusa formale della polizia del Nevada, che potrebbe decidere di processarlo per stupro. "I documenti che contengono presunte dichiarazioni di Ronaldo, riportati dai media, sono pure invenzioni".

L'avvocato della Mayorga, Leslie Stovall, ha affermato di essere stato contattato da un'altra donna che "dichiara di aver avuto un'esperienza analoga". Non solo: perché il quotidiano Sun ha parlato anche di una donna già nota alle cronache italiane, Karima el Mahroug.

La vicenda CrSex si è arricchita di nuovi elementi.

Altre Notizie