Ronaldo, un'altra donna lo accusa

Le prove sul presunto stupro di Cristiano Ronaldo

Il ballo di Ronaldo con la donna che lo ha denunciato per stupro [VIDEO]

"Ogni volta che indaghiamo, come stiamo facendo in questo caso, dobbiamo ovviamente interrogare la persona che è accusata di aver commesso il crimine". Siamo passati da una stampa italiana che rimane in imbarazzante silenzio per una settimana finché la Juventus non la autorizza a parlare con il tweet, al riportare dettagli pecorecci da stampa scandalistica. Si tratterebbe della stessa accusa, ma di un periodo diverso. È quanto riporta il quotidiano portoghese 'Correio da Manhà. "Karima non conosce Cristiano Ronaldo e non si sono mai visti" ha concluso l'avvocato Boccardi. "Era felicissima dopo aver lasciato la stanza d'albergo". Quando ho sentito che voleva denunciarlo, sono rimasto molto sorpreso. Ho avuto rapporti sessuali con ragazzi che mi piacevano.

Ma l'avvocato di Mayorga ha fatto anche altre rivelazioni. Secondo quanto dichiarato a Der Spiegel da Leslie Mark Stovall, la polizia non avrebbe più il vestito e la biancheria intima che la donna indossava la sera del presunto stupro. "L'unica cosa che vien da pensare leggendo le notizie dei media è che facciano riferimento alle dichiarazioni da lei fatte da diciassettenne in merito alle quali ha già reso smentita nel corso della sua testimonianza dibattimentale tre anni fa". Questo gruppo avrebbe dovuto raccogliere informazioni su Mayorga.

In realtà a convincere la donna a denunciare è stata la potenza mediatica del movimento #metoo, nato in occasione delle accuse di violenza ad Harvey Weinstein. In un'intervista televisiva rilasciata dall'isola di Lanzarote, il primo ministro ha rivendicato "la presunzione d'innocenza", per l'attaccante della Juve.

Scende in campo anche la madre di Cristiano, Katia Aveiro, che sui social posta una foto del figlio nei panni di Superman, invitando tutti i suoi followers a condividerla "Por Portugal, por ele, pelos nossos, pela uniao do povo. pela Justica" scrive, ovvero per il Portogallo, per lui, per noi e per la giustizia.

Altre Notizie