Legale Ruby: lei con CR7 è una fake news

Caso Ronaldo l'avvocato dell'accusatrice

Le prove sul presunto stupro di Cristiano Ronaldo

Continua l'offensiva nei confronti di Cristiano Ronaldo, da parte dell'avvocato di Kathryn Mayorga. A nove anni di distanza, la stessa Mayorga ha raccontato di aver taciuto per "paura di essere attaccata dai fan" del calciatore portoghese e di aver trovare il coraggio di uscire allo scoperto solo in seguito al movimento #MeToo.

Ha rifiutato di dire il nome della donna statunitense, ma ha aggiunto che avrebbe consegnato i suoi dettagli alla polizia di Las Vegas.

La Juventus sta a guardare, Ronaldo è già provvisto di una squadra di legali decisamente assortita, ma le accuse certamente rimbalzano anche sull'immagine della squadra sponda Borsa, che oggi apre con un meno 4%, trend negativo che non accenna a placarsi da quando sono venute a galla le accuse al campione.

Cristiano Ronaldo accusato di stupro: nuovi aggiornamenti sulla delicata vicenda che vede per protagonista il fuoriclasse della Juventus.

Mentre in Europa potrebbe essere accettato il fatto che Ronaldo abbia pagato Kathryn per dimenticare l'accaduto, senza che questo sia ritenuto illegale, altrettanto non potrebbe accadere negli Stati Uniti.

Prima di tutto, i legali del portoghese vogliono tracciare un profilo di Kathryn Mayorga nel giugno del 2009: una aspirante modella che svolgeva anche un'attività di ragazza immagine per alcuni locali di Las Vegas che usavano la sua bellezza e quella di altre sue colleghe per attirare clienti e intrattenerli nel locale. Dal racconto della donna emerge che più volte lei urlò invano 'no' e 'basta' nel tentativo di fermare il calciatore. E' sempre la rivista Der Spiegel a fornire le novità. "Non è sufficiente essere accusati per diventare colpevoli", aveva affermato Costa aggiungendo che "se c'è qualcosa di cui abbiamo la prova è che (Ronaldo) è uno straordinario professionista, uno straordinario calciatore e qualcuno che ha dato prestigio al Portogallo".

Altre Notizie