Acqua minerale, ritirati lotti per tricloetilene oltre i valori di guardia

Acqua in bottiglia Fonte Itala contaminata da tricloroetilene: tutti i lotti ritirati

Ritirati dal mercato alcuni lotti di acqua minerale: contiene trielina o tricloroetilene in quantità pericolose

Il Ministero della Salute ha pubblicato sul proprio sito istituzionale un richiamo su una nota marca di acqua minerale per la presenza di un solvente di natura tossica.

Alcuni lotti dell'acqua minerale con marchio Fonte Italia sono stati ritirati dal mercato dal Ministero della Salute. Il ritiro è scattato a causa della presenza di tricloroetilene in concentrazioni che superano i limiti stabiliti dalle norme.

L'acqua Fonte Italia è stata imbottigliata presso lo stabilimento di contrada La Francesca, ad Atella in provincia di Potenza, di Fonte Italia Srl. Le bottiglie sono quelle in Pet da 1,5 litri e questi sono i lotti di produzione: L110918, L120918 e L150918.

Se di recente avete acquistato quest'acqua, controllate il lotto e se coincide con uno di quelli richiamati, evitate di consumarla e riportatela presso il punto vendita per ottenere un cambio o un rimborso. Il Ministero della Salute, dal canto suo, invita a non consumare l'acqua contenuta nelle bottiglie che sono state segnalate.

Il tricloroetilene è un solvente utilizzato come anestetico in chirurgia o nell'industria per sgrassare e pulire pezzi di metallo, per fabbricare colla che serve per le calzature, come solvente per colori e smalti, per purificare olii vegetali etc. Il tricloroetilene o trielina, è un liquido limpido, incolore, molto volatile, di odore simile a quello del cloroformio.

"La provvisorietà del valore guida del tricloroetilene è attribuibile alla mancanza di sufficienti dati tossicologici" spiega il Ministero della salute. Le conseguenze più comuni sono: depressione del sistema nervoso centrale, danni al fegato e ai reni, maggiore incidenza della leucemia. Senza contare che dallo IARC è ritenuta una sostanza cancerogena.

Altre Notizie