Dazi: Alibaba cancella 1 mln di posti di lavoro promessi in Usa

Arriva una nuova stangata di Trump: dazi per 200 miliardi contro la Cina

Gli Stati Uniti introdurranno nuovi dazi su prodotti cinesi

Lo rende noto la Casa Bianca.

Finora, Usa e Cina hanno varato reciprocamente dazi al 25% per complessivi 50 miliardi. Lo scrive il Wall Street Journal.

In una nota, Trump ha affermato inoltre che se la Cina risponderà ai dazi con nuove ritorsioni, tenterà immediatamente di imporre nuove tariffe per $267 miliardi.

La nota è maturata dopo le indiscrezioni che si sono rincorse in mattinata del vertice di alto livello convocato e presieduto da Liu He, vicepremier e plenipotenziario sull'economia del presidente Xi Jinping, sulle azioni da adottare per contrastare la nuova escalation commerciale voluta da Trump. In questa guerra è intervenuto anche uno degli uomini più ricchi al mondo, il cinese Jack Ma, a capo del colosso dell'ecommerce Alibaba, che ha deciso di cancellare il proprio progetto di creare un milione di posti di lavoro negli Stati Uniti.

La disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina non ha mostrato alcun segno di risoluzione lunedì, dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha imposto dazi per il 10% su quasi 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi.

Il commercio non è un'arma e non dovrebbe essere usato per cominciare le guerre, ma dovrebbe essere un fattore chiave per la pace.

Difficile però immaginare che Ma si staccherà davvero dalla sua creatura.

Un compito che era stato affidato al segretario al Tesoro Usa, Steve Mnuchin, e al vicepresidente cinese, Liu-He, ma che potrebbe essere vanificato dai nervi tesissimi delle ultime ore.

"Comunque - ha poi aggiunto - non fermeremo il nostro duro lavoro per promuovere il sano sviluppo del commercio Cina-Usa".

Altre Notizie