Il sindaco di Londra chiede un nuovo referendum sulla Brexit

Il sindaco di londra Sadiq Khan chiede al governo un nuovo referendum sulla Brexit

Brexit: Sadiq Khan, sindaco di Londra, chiede nuovo referendum/ Ultime notizie “Giusto che si torni a votare”

Un tweet asciutto, indirizzato al suo milione circa di follower che sintetizza la sua intervista all'Observer.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan chiede un secondo referendum sulla Brexit, sostenendo che i negoziati condotti dal governo May stanno portando a un vicolo cieco, danneggiando il Paese. Il tempo per negoziare con Bruxelles è breve e ci potrà essere solo un cattivo accordo o nessun accordo, dice Khan. Il primo cittadino londinese ha sottolineato che la premier Theresa May non ha "il mandato per giocare d'azzardo così palesemente con l'economia britannica e la vita della gente".

A recriminare sono sia gli oppositori della Brexit, sia i fautori, proprio mentre lei risponde ai dissidenti interni al Partito Conservatore che aderiscono in queste ore a una nuova piattaforma brexiteer ultrà denominata Leave Means Leave di non avere proposte alternative, specialmente sul nodo Irlanda del Nord, e avverte: la scelta è "o la mia Brexit o un no deal". Ci saranno rappresentanti di varie associazioni in prima linea nella difesa dei diritti dei lavoratori, tra le quali "UKCEN - UK Citizenship for European Nationals", "The3Million" che ha recentemente scritto una lettera ai due maggiori esponenti delle trattative: il ministro britannico per la Brexit Dominic Raab e il capo negoziatore per conto dell'Europa Michel Barnier; ed ancora "Moving Forward" oltre a sindacalisti della stessa "INCA-CGIL UK" e del "BFAWU - Bakers & Food Allied Workers Union".

Il sindaco ricorda come i cittadini "non hanno votato per uscire dall'Ue e diventare più poveri, vedere le loro aziende soffrire, avere i reparti dell'Nhs (il servizio sanitario nazionale, ndr) a corto di personale.".

Altre Notizie