Vuelta, le mani di Yates sulla corsa spagnola

Michael Woods

ANSA EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

Miguel Angel Lopez, protagonista di un attacco di giornata, è secondo al traguardo e terzo nella generale. Il britannico oggi ha rintuzzato gli ultimi attacchi e domenica si presenterà a Madrid con la maglia rossa di leader addosso. La partenza è stata quindi velocissima ed il primo momento di respiro è arrivato solo dopo 40 chilometri quando sono riusciti ad evadere dal gruppo Michal Kwiatkowski (Sky), Simon Clarke (EF Education First) e Amanuel Ghebreigzabhier (Dimension Data): "i tre hanno preso un vantaggio di 1'35", ma quando ormai sembrava fatta è ripartito l'inseguimento del gruppo.

Dopo avere fallito l'assalto al Giro d'Italia di ciclismo, Simon Yates è riuscito a mettere le mani sulla 73/a Vuelta di Spagna. Il canadese Michael Woods ha vinto la 17esima tappa della Vuelta, la Getxo-Balcon de Bizkaia, di 157 chilometri, con arrivo in salita sull'omonimo Alto. Più staccati Alejandro Valverde, Steven Kruijswijk e Thibaut Pinot. Da sottolineare la prova di Alessandro De Marchi che ha provato a tenere duro sulla salita finale e si è ritrovato dodicesimo a 2'20" dal vincitore: "è l'ennesima dimostrazione che il Rosso di Buja è in ottime condizioni di forma e ad Innsbruck potrebbe essere anche qualcosa di più di un semplice gregario. Kruijswijk è il primo a mollare alla fiamma rossa, così sono Pinot e Yates a giocarsi la vittoria di tappa: ad imporsi è ancora il francese, al 24° sigilillo in carriera, il secondo in questa Vuelta dopo quella di Covadonga.

Altre Notizie