Turchia, Erdogan chiede taglio tassi: crolla e poi balza la lira

Mosca Gli Stati Uniti cercano di rinviare la completa sconfitta dei terroristi in Siria

Erdogan: inflazione è colpa Bce. E la Lira va a picco

Il timore era che i banchieri centrali, data la sempre più forte stretta di Erdogan sulle istituzioni turche, sarebbero stati troppo intimiditi per decidere un aumento capace di arginare l'emorragia di capitali.

I mercati hanno applaudito l'indipendenza mostrata dall'istituto guidato da Murat Çetinkaya. Che, con una sola frase: "dobbiamo abbassare i tassi di interesse", aveva fatto capitolare la valuta del 3% circa, a 6,4584 per dollaro.

Un sussulto di coraggio e di dignità, dunque, quello della CBRT, che ha snobbato del tutto gli avvertimenti del presidente Erdogan, alzando i tassi anche oltre le attese.

Roma, 14 set. (askanews) - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il capo di stato russo Vladimir Putin si incontreranno lunedì a Sochi per discutere della situazione nella provincia siriana di Idlib, lo ha reso noto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu.

Crediamo che la banca centrale possa intervenire con un incremento di 325 punti base portando i tassi d'interesse benchmark (rifinanziamento a 1 settimana) dal 17,75% al 21%. "L'incremento dei prezzi si è mostrato generalizzato e ha riflesso i movimenti dei cambi".

I prezzi in Turchia galoppano, il mese scorso l'inflazione ha sfiorato il 18%. Tuttavia la lira turca ha bisogno di sostegno. I timori degli investitori sull'indipendenza della banca centrale, i rischi geopolitici, le preoccupazioni sulla tenuta della economia turca e per la lotta diplomatica tra Erdogan e Washington hanno messo sotto pressione la lira, che ha perso quasi il 40% del suo valore da inizio anno, con timori di contagio sui mercati emergenti.

La verità è che alla banca centrale oggi è stata necessaria una bella dose di coraggio. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha dichiarato che i rischi per l'eurozona dalla crisi della lira turca sono limitati, "non sostanziali" e colpiranno solo chi è "vulnerabile" o particolarmente esposto come singolo soggetto.

Altre Notizie