Lazio, Inzaghi: "Comincia un ciclo durissimo, ma stiamo bene"

Empoli, Andreazzoli:

Lazio, Inzaghi: "A Empoli sfida insidiosa, Immobile e Milinkovic devono fare la differenza''

La Lazio di Inzaghi, con tre punti più che sofferti contro un non troppo irresistibile Frosinone sconta ancora l'avvio shock contro Napoli e Juventus ed è pronta a rilanciarsi definitivamente. Sicuramente rivederlo in campo ci ha fatto piacere, lo aspettiamo perché sarà importante per la squadra. "Ma anche quelli che sono andati in nazionale sono tornati in buone condizioni". La sosta è stata utile secondo il tecnico: "Abbiamo lavorato molto bene, lo hanno fatto in particolare quelli che sono rimasti a Formello. Domani si dice che saranno in tanti, e noi saremo ben contenti".

Aspettative. "Vorrò vedere domani una Lazio umile, unita e compatta che dovrà avere un buonissimo approccio".

Immobile. "Non ho visto le partite delle nazionali".

3000 LAZIALI - "In questi due anni e mezzo siamo sempre stati accompagnati dalla nostra gente, per noi hanno una grande importanza".

E chissà che non possa trovare spazio anche Joaquin Correa: "Ci sto pensando, perché in questi 15 giorni ha lavorato molto bene, si è ambientato con compagni e staff. Sono convinto che ci aiuterà: vediamo se partirà dall'inizio o a gara in corso". Luiz Felipe sta seguendo il protocollo.

TANTE PARTITE - "Si, comincia un ciclo terribile". Dovrò essere bravo ad interpretare nel modo migliore. "Guardino l'avversario più vicino". Dobbiamo dar seguito alla vittoria del Frosinone, ma è una squadra molto organizzata. C'è questa possibilità anche domani. Andreazzoli è un bravissimo allenatore, che ha fatto giocare il miglior calcio di Serie B alla sua squadra l'anno scorso. Ora si devono rituffare nel campionato e avranno ancora più voglia di dimostrare la loro voglia di far bene. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Altre Notizie