Spia russa: Londra, sospetti sono agenti - Ultima Ora

Il leader del partito politico Russia Giusta Sergey Mironov

Politico russo propone rottura delle relazioni diplomatiche con Londra Sputnik. Alexey Kudenko

Si è pronunciato lo stesso Vladimir Putin sul riconoscimento delle due persone che sarebbero responsabili dell'avvelenamento dell'ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia, a Londra.

Peccato che Putin, alla plenaria del Forum economico orientale a Vladivostok, abbia detto tutt'altro: "Naturalmente, sappiamo chi sono, li abbiamo trovati".

"Sarebbe la soluzione migliore per tutti", ha aggiunto. "Speriamo, però, che escano allo scoperto da soli".

Intanto Alexander Petrov (uno dei due accusati dalle autorità britanniche), intervistato, via telefono, dalla TV Channel Rossiya-24, si prepara per le luci della ribalta: "Per il momento, nulla da dichiarare". Forse la spiegazione andrebbe cercata in una possibile guerra tra i servizi segreti del Paese e nel desiderio di compiere una azione clamorosa e di "firmarla". Ma se si tratta effettivamente di agenti del Gru, perché hanno agito in maniera così approssimativa, usando addirittura le loro vere identità?

Altre Notizie