Il governo: l'obbligo vaccinale non è intaccato

Vaccini

Vaccini +CLICCA PER INGRANDIRE

Mentre la confusione continua a tenere banco tra scuole e famiglie, sarebbe pronto un emendamento della maggioranza per confermare l'obbligo delle vaccinazioni per la frequenza scolastica.

La conferma è arrivata anche da Vittoria Baldino, relatrice M5s del decreto Milleproroghe:"Oggi abbiamo presentato un emendamento al Milleproroghe in materia di vaccini che sopprime quello già approvato ad agosto al Senato. È una nota positiva - ha concluso - per il sistema politico italiano che ha dimostrato propensione all'ascolto e di saper riflettere con le dovute valutazioni anche politiche". Al momento - spiega quindi la deputata pentastellata - quindi nessuna novità: "né per le famiglie, che potranno continuare a presentare le autocertificazioni come hanno fatto l'anno scorso, né per i presidi, che continueranno a limitarsi a trasferire tutta la documentazione presentata dai genitori alle Asl, senza quindi oneri aggiuntivi". "Si tratta di una clamorosa retromarcia e di una straordinaria vittoria della buona politica, della scienza e del buon senso".

Metà delle regioni (Veneto, Lazio, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Liguria, Sicilia, Valle d'Aosta e Trentino Alto Adige) hanno l'anagrafe vaccinale funzionante, alcune persino informatizzata, e in un attimo sono in grado di verificare chi ha detto il vero e chi no. In quest'ultimo caso si rischia una denuncia per falso ideologico, con pene fino a due anni. "L'emendamento della sospensione dell'obbligo vaccinale mi sembrava un provvedimento poco meditato e che sarebbe intervenuto a scuole già aperte".

Presidi e pediatri soddisfatti: "Parlamento ci ha ascoltato" Il Presidente dell'ANP (associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola) Antonello Giannelli, ed il presidente della SIP (società italiana di pediatria) Alberto Villani, dichiarano il loro pieno apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Parlamento nei confronti delle richieste presentate ieri nel corso dell'audizione nell'ambito dell'esame del Milleproroghe. Il decreto non prevedeva più questa possibilità a partire dal 2018-2019; lo farebbe col nuovo emendamento presentato oggi.

La Lega e il Movimento 5 Stelle hanno depositato questa mattina un nuovo emendamento al cosiddetto "decreto milleproroghe" in discussione alla Camera, che ha lo scopo di prorogare all'anno scolastico 2018-2019 il regime di autocertificazione vaccinale necessario a iscrivere i bambini all'asilo e a scuola e introdotto dal decreto Lorenzin.

3 Perché è diversa dall'autocertificazione prevista dalla circolare Bussetti-Grillo di luglio? I controlli andranno avanti anche nei prossimi giorni, "incrociando" i documenti presentati dalle famiglie e i dati in possesso delle varie Asl.

Altre Notizie