Virus e zanzare: la situazione in Piemonte

Febbre del Nilo: torna dalle vacanze e muore contagiato dal virus

West Nile, due donne morte a Bologna

Un caso di positività non conclamata (ossia senza sintomi manifestati come febbre e similari) del virus del West Nile a Casalmaggiore. "Nel 2017 sono state 55 le persone colpite dal virus, tra queste 27 hanno sviluppato una sindrome neurologica - aggiunge la dottoressa Federica Monaco, responsabile del Laboratorio di Referenza OIE per la West Nile Fever dell'IZSAM, che continua - da giugno ad oggi il numero delle persone infette è di 255 casi confermati, di cui 103 nella forma neuro-invasiva che ha portato al decesso di 10 pazienti". Due invece sono state dimesse. A seguire (ma parecchio distaccate) la Serbia e la Grecia, rispettivamente con 213 e 147 malati. "Ringrazio per questo tutti i tecnici dell'Area Sanità e Sociale e della Direzione Prevenzione della Regione e i loro colleghi delle Ullss, che stanno dando risposte sul campo a una situazione che anche l'European Center for Disease Control (ECDC) ha descritto come eccezionale, con un aumento del 300% dei casi in Europa". L'anziana di 84 anni non ha superato le complicanze, anche a causa di altre patologie dalle quali era affetta. Ma 'difendersi' si puo', dicono proprio da Bologna: "Abbiamo una certezza: esistono gli strumenti e il know how per limitare la diffusione di un virus pericoloso per l'uomo, attraverso il controllo della popolazione delle zanzare, ma serve maggiore consapevolezza e un nuovo protagonismo dei Comuni", manda a dire Paolo Ceccardi, presidente del Centro Agricoltura Ambiente "G.Nicoli", societa' che si occupa (anche) di lotta alle zanzare, con 30 anni di esperienza in campo nazionale e internazionale. Si tratta della sesta vittima nella zona. Ossia di quella maggiormente esposta a una possibile infezione da West Nile Virus (WNV). In tutto nella provincia di Ferrara si sono registrati 15 casi di contagio. Nel ferrarese sono undici, al momento, i decessi causati dell'infezione. Subito dopo il Ravennate, dove sono morte tre persone.

LA FEBBRE del Nilo occidentale ha colpito 975 persone in Europa: 710 nell'Unione Europea e 265 negli Stati vicini.

Altre Notizie