La maggioranza fa marcia indietro sui vaccini

La maggioranza fa marcia indietro sui vaccini

Vaccini, la maggioranza fa dietrofront: pronto l’emendamento, resta l’obbligo per…

Nel frattempo, però, l'associazione dei presidi scolastici aveva già fatto sapere di non volersi adeguare alla circolare ministeriale dello scorso, che introduceva l'autocertificazione delle vaccinazioni come modalità sufficiente per l'accesso ad asili e scuole d'infanzia.

Le Commissioni Affari costituzionali e Bilancio, che stanno esaminando il milleproroghe, hanno effettuato in apertura di seduta la riammissione di alcuni emendamenti dichiarati ieri inammissibili per estraneità di materia.

Dietrofront della maggioranza sui vaccini: per frequentare scuole materne e nidi resta l'obbligo vaccinale che, secondo la legge Lorenzin in vigore, prevede che i bambini siano immunizzati con 10 vaccinazioni per poter entrare in classe.

"L'autocertificazione - ha detto Madia - non è una semplificazione per le famiglie".

Un mezzo al quale erano pronte a ricorrere le famiglie no-vax, confidando nella cancellazione dell'obbligo da parte del decreto milleproroghe.

"Nei confronti della scienza non possiamo esprimere indifferenza o diffidenza verso le sue affermazioni e i suoi risultati".

Sul tema è intervenuto anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Sono stati ascoltati gli esperti e poi sono state fatte le opportune valutazioni anche politiche".

Sui vaccini la maggioranza ingrana la retromarcia. "La decisione presa mi fa pensare che l'audizione di ieri alla camera sia stata molto importante. Non è questo il cambiamento di cui l'Italia ha bisogno". E' quanto si legge nella proposta di parere di Vittoria Baldino, relatrice M5S del decreto Milleproroghe. "Ecco ora per me ha un senso stare in Parlamento". Tutti i testi devono ancora essere votati dalle Commissioni. Ma farlo con urgenza avrebbe generato solo confusione. L'emendamento Baldino-Bompane, infatti, che sopprime all'articolo 6 del decreto Milleproroghe il comma 3-octie, recepisce le richieste più volte reiterate da ANP e SIP. "Siamo pienamente soddisfatti per la soppressione del comma 3-octie dell'articolo 6" dice Giannelli. Pertanto, considerando l'inammissibilità dell'autocertificazione, la confusione generata dalla circolare che si pone in contrasto con la normativa vigente e con l'emendamento Baldino-Bompane, l'ANP e la SIP, esprimendo il loro pieno apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Parlamento, chiedono al ministro Bussetti ed al ministro Grillo il ritiro della circolare.

Oggi in tutta Italia controlli da parte dei carabinieri dei Nas nelle scuole per controllare le dichiarazioni dei genitori circa lo stato vaccinale degli bambini iscritti negli asili nido e nelle scuole d'Infanzia.

Alla vigilia del nuovo anno scolastico, che in Piemonte prenderà il via lunedì prossimo, sono scattati in questi giorni anche a Torino e provincia i controlli dei Nas nelle scuole e nelle Asl per verificare il rispetto della norma sull'obbligo dei vaccini.

Altre Notizie