Di Maio: No ad aumento IVA - Economia Roma

Salvini

Salvini +CLICCA PER INGRANDIRE

"Credo che siamo l'unico Paese che ha all'interno della propria Costituzione l'equilibrio di bilancio, che poi è il pareggio di bilancio, credo che questa sia una norma che in futuro vada superata, adesso non ci siamo messi al lavoro su questo, a settembre cominciamo dal taglio dei parlamentari" dal punto di vista delle riforme costituzionali, afferma Di Maio, ospite di In Onda, su La7. C'è scritto che l'Iva non deve aumentare nonostante il rischio a causa dei debiti fatti da Gentiloni e Renzi col 'buco', cioè senza copertura. "Spiace dover rincorrere alcune indiscrezioni dei giornali - conclude - palesemente false e che servono solo per riempire le pagine di quotidiani ad agosto". In un'intervista al Sole 24 Ore, il ministro dell'Economia Tria aveva spiegato che il bonus,"per com'è stato costruito", "crea complicazioni infinite, a partire dai molti contribuenti che l'anno dopo scoprono di aver perso o acquisito il diritto per cambi anche modesti di reddito". Gli 80 euro si chiamava bonus perché facevano parte della campagna elettorale permanente di Renzi che aumentava l'Imu agli agricoltori per finanziare gli 80 euro. E non vogliamo togliere soldi dalle tasche degli italiani. "I cittadini devono stare tranquilli perché le mani in tasca non gliele mettiamo".

Per quanto riguarda invece il decreto Dignità Di Maio ricorda come il provvedimento miri ad abbassare il precariato per i giovani, anche grazie agli incentivi sotto i 35 anni. "Le persone valide non possono restare precari a vita" fa sapere il ministro e vicepremier. "Noi gestiremo i conti pubblici con il massimo della responsabilità". Lo ha detto il vicepremier, Luigi Di Maio, intervenendo a Rtl 102.5.

Altre Notizie