BCE: In Italia e in Spagna è necessario accompagnare la ripresa

Redditi e consumi Italia Cenerentola dell'Area euro 
   	   
 

     La BCE segnala che entrambi restano al di sotto dei livelli registrati nel 2008

Redditi e consumi Italia Cenerentola dell'Area euro La BCE segnala che entrambi restano al di sotto dei livelli registrati nel 2008

Al contrario di Italia e Spagna, i consumi privati della Francia e della Germania si presentano a un livello più alto rispetto al periodo precedente. "Permangono rilevanti incertezze connesse a fattori di carattere globale, e in particolare alla minaccia del protezionismo - prosegue il documento - Occorre inoltre continuare a tenere sotto controllo il rischio di un persistente aumento della volatilita' dei mercati finanziari". Gli investimenti nell'edilizia residenziale restano robusti.

Come spesso accaduto nei documenti ufficiali di Francoforte negli ultimi mesi, il pericolo numero uno per la crescita è individuato nel braccio di ferro commerciale che contrappone Washington al resto del mondo, Pechino su tutti.

Se tutte le misure minacciate fossero implementate, aggiunge l'istituto centrale, il tasso medio dei dazi Usa salirebbe a livelli mai visti negli ultimi 50 anni. "Tali sviluppi costituiscono un grave rischio per le prospettive dell'attività e del commercio mondiali a breve e medio termine".

E' il quadro che emerge dal bollettino economico, che conferma il calendario di marcia - riduzione degli acquisti di titoli a 15 miliardi di euro al mese fra ottobre e dicembre e stop a gennaio, tassi in rialzo dopo l'estate 2019.

Il reddito da lavoro in alcuni Paesi, come l'Italia e la Spagna, "rimane significativamente inferiore al livello pre 2008". "I consumi in Italia e in Spagna non hanno ancora evidenziato una completa ripresa", anche se seno tornati a crescere dal 2013 in avanti.

Il lavoro non è l'unica voce che ha penalizzato il portafoglio delle famiglie.

Lo studio analizza anche l'andamento dei redditi da interessi che nel settore delle famiglie è rimasto abbastanza stabile in Germania e Francia, meno in Italia e in Spagna. "Da noi il calo dei redditi da interessi è stato molto più ingente, poiché le famiglie italiane detengono una quantità relativamente ampia di attività fruttifere di interessi e sono relativamente meno indebitate".

Altre Notizie