Notte di San Lorenzo 2018: come vedere le stelle cadenti

Agosto sarà il mese delle stelle cadenti: appuntamenti e consigli per osservarle meglio

Notte di San Lorenzo 2018: come e dove vedere le stelle cadenti in Italia - Informazioni e curiosità

Comunemente le chiamiamo stelle cadenti ma è una definizione più poetica che corretta, visto che si tratta di detriti spaziali che entrano disintegrandosi nella nostra atmosfera.

In passato infatti l'attività massima di questa pioggia di meteore si verificava intorno al 10 agosto, ma "da quando lo sciame è stato studiato per la prima volta, come sciame ricorrente, il picco è slittato nel tempo, passando al 12-13 agosto" spiega Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai).

Proprio questa settimana inizierà il periodo migliore per avvistarle, che per l'anno 2018 - secondo gli astronomi - sarà compreso dal 10 al 14 agosto.

Conto alla rovescia per la notte delle stelle di San Lorenzo, che quest'anno si annuncia straordinaria, perché lo sciame di meteore avrà condizioni di visibilità ideali, grazie alla complicità della Luna nuova e del cielo sereno in gran parte d'Italia. Un fenomeno che, come si sa, non è circoscritto alla sola Notte di San Lorenzo.

L'intensità massima delle meteore Perseidi raggiungerà però il picco di massima visibilità nella notte fra il 12 e il 13 agosto. Ad associare a questa notte il nome "Notte di San Lorenzo" fu la tradizione legata al martirio del vescovo Lorenzo per ordine dell'imperatore Valeriano nel 258 dopo Cristo. In quel momento ci sarà una pioggia da circa 100 meteore l'ora.

Trovare un luogo non troppo luminoso, è necessario quindi cercare un posto dove ci sia quanto più buio.

Altre Notizie