Ilva Di Maio: "Entro domani invio richiesta parere su regolarità gara"

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

"Non è che Di Maio decide, sarà l'Avvocatura a dirmi se ci sono i presupposti per revocare la gara oppure no. Poi si prendono le decisioni, e credo saranno interessati i giorni di Ferragosto", ha detto Di Maio a L'aria che Tira estate". "Non ci sono le condizioni per far ripartire il tavolo se ArcelorMittal non batte un colpo" sull'occupazione, "ArcelorMittal batta un colpo" ha detto il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, al termine del tavolo al Mise.

Il secondo interrogativo chiama in causa il Milleproroghe del 2016 e il fatto che non abbia fatto venire meno per ArcelorMittal, in sede di presentazione dell'offerta vincolante, il pieno rispetto del parere reso dal Ministero dell'Ambiente sugli interventi da mettere in atto per Ilva. Di Maio chiede se le disposizioni del decreto legge del 5 gennaio 2015, introdotte mediante decretazione d'urgenza e sino ad ora non oggetto di disamina da parte della Corte costituzionale, presentino (o possano presentare) eventuali profili di illegittimità tali da giustificarne una rimozione ovvero una rimodulazione sul piano normativo.

Le domande di Di Maio all'Avvocatura Altra questione sollevata è la "eventuale sussistenza di preclusioni di carattere normativo alla autorizzazione all'aggiudicazione, e alla conseguente aggiudicazione della procedura di trasferimento di complessi aziendali inclusivi di impianti attualmente sotto sequestro". E su una possibile chiusura di Ilva Conte replica al cronista: "ma le pare che Di Maio sia così scriteriato da mandare a casa 14mila persone?".

Altre Notizie