Carige, anche Queirolo si dimette

Carige lascia anche Queirolo cosa succede alla banca

Carige, lascia anche la consigliera Ilaria Queirolo

Banca Carige ha comunque ringraziato la consigliera per la propria professionalità e il proprio lavoro, servendosi poi di una seconda nota per spiegare i motivi delle dimissioni.

Quelle di Ilaria Queirolo sono le ultime dimissioni di una lunga sequenza che ha praticamente "decapitato" i vertici della banca genovese, cominciando con quelle del presidente Tesauro per finire con quelle di Vittorio Malacalza dal Cda .

E siamo arrivati al numero cinque.

Genova. Anche Ilaria Queirolo si è dimessa dal consiglio di amministrazione e dal comitato di remunerazione di Banca Carige.

Dopo le dimissioni, Carige ha diffuso un comunicato per sottolineare come la decisione del consigliere sia stata presa "alla luce degli eventi che hanno interessato la banca negli ultimi mesi e, in particolare, le palesi tensioni cui è stato sottoposto il Consiglio di amministrazione".

La docente universitaria e ormai ex consigliera, sottolinea Carige, "era un amministratore indipendente e non esecutivo", "non era destinataria di deleghe per quanto a conoscenza della Società, non risulta titolare di azioni della Società stessa e non ha diritto ad indennità o altri benefici conseguenti la cessazione della carica". L'avvenuta approvazione della relazione semestrale e la convocazione dell'Assemblea dei soci le hanno consentito di rassegnare le dimissioni con effetto immediato. È già in programma un cda che dovrà discutere in merito alla riposta da dare alla Bce, che a fine luglio ha chiesto a Carige di mettere fine alla sua governance litigiosa e al perdurante mancato rispetto dei requisiti patrimoniali, chiedendo un nuovo piano sul capitale.

Altre Notizie