Ue: a giugno prezzi produzione industriale +0,4% in eurozona, +3,6% su anno

Economia	Chi traina la produzione industriale	di
		Paolo Mameli

Economia Chi traina la produzione industriale di Paolo Mameli

Su base annua beni strumentali (+5,4%) e beni di consumo (+1,2%), mentre cala il comparto (-3,9%).

La produzione industriale a giugno fa registrare un nuovo rialzo, il secondo consecutivo. Rispetto a maggio l'indice destagionalizzato segna +0,5%, mentre su base annua l'indice, corretto per gli effetti di calendario, registra una crescita dell'1,7%. Una variazione negativa si registra nell'energia (-0,7%).

"La crescita congiunturale dell'indice destagionalizzato negli ultimi due mesi permette di recuperare la flessione di aprile, con un livello che a giugno si attesta sullo stesso di marzo", commenta l'istituto, aggiungendo che "in termini tendenziali si conferma l'espansione nei primi sei mesi dell'anno, il cui impulso tende tuttavia ad attenuarsi negli ultimi mesi". I beni strumentali includono, tra gli altri, la fabbricazione di macchine e motori, la fabbricazione di strumenti e apparecchi di misurazione e controllo, la fabbricazione di autoveicoli. Le flessioni più ampie invece toccano la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-8,6%), la fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-6,5%) e l'industria del legno, della carta e stampa (-4,2%).

Il dato è migliore del consensus che aveva previsto un +0,4%.

Altre Notizie