Carige: Malacalza anticipa dimissioni da cda

Banca Carige il 7 agosto le risposte alla Bce. A settembre il rinnovo del cda

Carige, dimissioni di Malacalza effettive da oggi

Si registrerebbe un generale recupero commerciale della banca, difatti il primo semestre approvato ieri ha evidenziato una gestione corrente positiva per 20 milioni rispetto al deficit di -158 nei primi sei mesi del 2017, anche se ancora grava sulla gestione contabile dell'anno in corso un rosso di circa 19 milioni. Forse altre dimissioni arriveranno dopo la risposta che la banca recapiterà a Francoforte.

Nella nota sui conti Carige sottolinea che il risultato netto normalizzato al netto "degli effetti one-off derivanti dalle legacy del passato" è a break even operativo (20,2 milioni) e in linea col piano. "Continuiamo ossessivamente sull'implementazione del nostro piano" ha detto il banchiere, secondo cui i risultati conseguiti dimostrano che "continuiamo a lavorare, anche se in condizione di governance evolutive".

L'indice di capitale Tcr (Total Capital ratio phased-in) resta sotto i requisiti fissati dalla Bce.

Al termine del periodo di riferimento del 30 giugno il Common Equity Tier1 segnava l'11,8%, una percentuale superiore al limite richiesto da BCE del 9,625% e alla soglia indicata dalla stessa Carige all'11,175%. "E' andata invece meglio la raccolta, in crescita di 1 miliardo; segnali positivi arrivano anche dalla riduzione dei crediti deteriorati che potrebbero essere smaltiti entro il prossimo trimestre di ulteriori 400 milioni".

Data cruciale ora per la banca è l'assemblea dei soci convocata per il 20 settembre, dove il Cda è chiamato a esprimersi su diversi punti cruciali per il futuro ai vertici dell'azienda.

Altre Notizie