Marte si avvicina alla Terra: a mezzanotte la distanza minima

Marte si avvicina alla Terra: la notte del 27 luglio record distanza minima

Questa sera, Marte alla distanza minima dalla Terra: non capitava dal 2003

Marte è così vicino al nostro Pianeta per uno speciale allineamento astronomico con il Sole e la Terra, che gli esperti chiamano opposizione e che la sera del 27 luglio, la stessa dell'eclissi di Luna del secolo, ha visto il pianeta rosso dalla parte opposta del Sole, con la Terra in mezzo.

Erano quindici anni che il pianeta non si trovava così vicino a noi, la prossima volta che sarà possibile vedere Marte così bene sarà il 6 ottobre del 2020. Sarà però durante la notte che raggiungerà il punto più vicino alla Terra, diciamo intorno alla mezzanotte, e resterà visibile per gran parte della notte. "Poi a metà agosto la luce comincerà ad indebolirsi, mentre le orbite di Marte e della Terra allontaneranno i due pianeti". Dopo di che poco per volta la luminosità scenderà e il pianeta sarà meno visibile. Dovremmo attendere invece fino al 2287 per battere il record di quest'anno, che, per ora, supera tutti i precedenti.

Interpellata dall'ANSA, Silva Casu dell'osservatorio di Cagliari ha spiegato l'evento: "Avendo un'orbita ellittica, Marte ha una distanza massima e minima dalla Terra".

Marte torna a far parlare di sé. Foto più nitide scattate successivamente hanno dimostrato che il "volto su Marte" non è altro che un semplice altopiano, mettendo a tacere voci fantasiose su eventuali presenze di vita su Marte. Il pianeta rosso sarà a 57.590.630 chilometri dalla Terra, vicinissimo in termini astronomici.

In queste occasioni, si possono lanciare nuove missioni: la vicinanza rende il viaggio più breve. Le distanze variano anche per il disturbo dovuto all'attrazione gravitazionale di Giove. Si tratta di un'occasione di studio importante per gli astronomi.

Ricordiamo, infine, che è di questi giorni la pubblicazione della scoperta degli scienziati italiani di un grande lago di acqua salata sotto la superficie di Marte. Stati attenti, perciò, alle fake news che stanno girando in rete: "non è vero che il 31 luglio Marte apparirà grande come la Luna", precisa la Nasa.

Altre Notizie