Guardiani della Galassia Vol. 3: Disney caccia James Gunn dal film!

Guardiani della Galassia Vol. 3: James Gunn licenziato dalla Disney

Guardiani della Galassia Vol. 3: Disney caccia James Gunn dal film!

La decisione è stata presa dopo che alcuni esponenti della destra alternativa Usa, tra cui l'attivista pro-Trump, teorico del complotto e troll Jack Prosobiec, hanno pubblicato sui social alcuni vecchi tweet offensivi e anche a carattere pedopornografico pubblicati dai James Gunn fra il 2009 e il 2012.

Poche ore fa è stato annunciato che James Gunn, regista e sceneggiatore di entrambi i film dedicati ai Guardiani della Galassia, era stato licenziato dal suo ruolo ai Marvel Studios.

"Gli atteggiamenti offensivi e le affermazioni scoperte sul feed Twitter di James sono indifendibili e non in linea con i valori dei nostri studios, così abbiano reciso i nostri rapporti lavoraztivi con lui" ha affermato Alan Horn, presidente del consiglio di amministrazione di Walt Disney Studios (proprietaria dei Marvel Studios). Dal canto suo, il regista si è scusato dicendo che "Le mie parole di quasi dieci anni fa erano, al tempo, tentativi fallimentari e sfortunati di essere provocatorio". Anche dopo tutti questi anni mi assumo totalmente la responsabilità del modo in cui mi sono comportato. Non lo faccio più.

Dopo il sucesso di critica e di pubblico dei primi due film sui Guardiani della Galassia - con oltre 773 milioni di dollari incassati in tutto il mondo dal primo e 863 milioni dal sequel -, Gunn aveva già scritto la sceneggiatura del terzo ed era pronto a iniziare le riprese in autunno. Tutto quello che posso fare ora, a parte offrire il mio pentimento sincero e sentito, è essere il miglior essere umano che io possa essere: capace di accettare e comprendere, dedicato all'uguaglianza e molto più attento alle mie dichiarazioni pubbliche e i miei doveri verso la pubblica attenzione. Offro ancora, a tutte le persone che lavorano nel settore non solo, le mie più profonde scuse.

Altre Notizie