Bankitalia: record debito a 2.327 mld

Secondo Bankitalia le previsioni per i prossimi mesi in Toscana risulterebbero più favorevoli

Bankitalia: record debito a 2.327 mld

È necessario "affrettarsi a ridurre, ed in prospettiva a rimuovere, l'inevitabile pressione che un elevato debito pubblico pone sui tassi di interesse e sulla complessiva stabilità finanziaria del Paese; un passo reso oggi più urgente anche proprio per le nuove proiezioni circa gli effetti di lungo periodo delle tendenze demografiche".

A maggio il debito pubblico italiano è aumentato di 14,6 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.327,4 miliardi. I dati sono stati resi noti attraverso il supplemento al Bollettino Statistico "Finanza pubblica, fabbisogno e debito" della banca centrale italiana. A maggio ha toccato i 2.327 miliardi di euro. Rispetto ad aprile il debito è aumentato di 14,6 miliardi.

Spread. Strettamente connesso al debito è l'andamento dello spread Btp-Bund. Le "tensioni", spiega Bankitalia nel suo bollettino economico, sono diminuite dopo la formazione del governo, ma il differenziale resta ancora troppo alto, così come la volatilità. "Non si possono inoltre escludere aumenti repentini della volatilita' sui mercati finanziari, in connessione con un riaccendersi dell'incertezza sulle politiche economiche, che si potrebbe ripercuotere sulle condizioni di finanziamento e sulla fiducia di famiglie e imprese, incidendo negativamente sull'attivita' economica". Nel triennio l'inflazione, pur rimanendo lievemente inferiore a quella del complesso dell'area dell'euro, risalirebbe con gradualità anche nella componente di fondo e toccherebbe l'1,5% nel 2020, "nell'ipotesi che prosegua il miglioramento delle aspettative e che ciò si traduca in una progressiva ripresa delle retribuzioni nominali".

Altre Notizie