M5S: Di Maio, Berlusconi non riconosce lavori umili, mi meraviglia

Di Maio

Di Maio"Non metteremo la fiducia sul Decreto dignità Oggi alle 08:45

Così il vicepremier Luigi Di Maio a Radio1 in merito al decreto dignità, criticato da molti settori imprenditoriali che chiedono modifiche in sede di conversione. Forse perche' abbiamo tutelato gli interessi delle fasce piu' deboli e non quelli delle lobby del gioco d'azzardo tanto care alle sue TV. Non avendo idee originali ripropone ricette già fallite. Lo afferma, in un intervento sul Corriere della Sera, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. Intanto la lista dei limiti del decreto evidenziati dal Cavaliere secondo cui l'impostazione generale "non riduce la flessibilità ma riduce i posti di lavoro e scoraggia i contratti regolari a favore del lavoro nero" si ritrova dagli esponenti di peso del partito che intervengono in massa. Lo ha detto Luigi Di Maio a In Onda su La7.

Immediata la replica, in una notam di Claudio Cominardi, sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali del MoVimento 5 Stelle: "Fa piacere leggere che Berlusconi si ricordi dei milioni di poveri nel nostro paese, dei giovani che non studiano, lavorano e degli anziani in difficoltà. Il "decreto dignita'" colpisce i primi e finira' con l'aumentare i secondi". "Invece proprio quelle esperienze mi possono servire per aiutare tanti giovani che non trovano lavoro o sono disposti ad accettare anche senza essere pagati pur di avere un lavoro". "Se ne faccia una ragione".

E a proposito di Ilva: "Aggiornerò sindacati e azienda su quello che abbiamo visto dalle carte, oltre 23mila pagine, che ci siamo letti".

Si annuncia infatti una nuova stagione di opposizione "tambureggiante in Parlamento" in modo di recuperare consensi, rispetto alla Lega, tra gli elettori moderati che hanno premiato la coalizione il 4 marzo e ora non vedono di buon occhio le misure troppo "di sinistra" del governo.

Noi di Forza Italia naturalmente faremo di tutto alle Camere per opporci a questo disastro.

Il numero uno di Forza Italia ha poi evidenziato che le proposte contenute nel Dl dignità "scontentano tutte le categorie produttive, chi lavora e chi crea lavoro", sottolineando i danni recati a piccole-medie imprese, "questo decreto sembra fatto contro di loro".

Altre Notizie