Cemento e mattoni, De Vrij subito al lavoro: "Serve un muro? Taaaac!"

De Vrij

De Vrij"Credo nel progetto Inter. Addio alla Lazio ecco i tempi

Sono felicissimo e convinto che ho fatto la scelta giusta. Torna così a parlare dell'addio amaro ai colori biancocelesti in Lazio-Inter 2-3 il difensore olandese, Stefan de Vrij, nella conferenza stampa di presentazione ad Appiano Gentile quale nuovo giocatore nerazzurro.

"Mi dispiaceva per l'ultima partita ma tutti quelli che mi conoscono non hanno dubbi della mia persona e serietà". De Vrij, arrivato a parametro zero, spiega la scelta: "Nessun club mi ha voluto fortemente come l'Inter". Ci sono state delle polemiche dopo la sua prestazione all'ultima partita, quella contro l'Inter... Nessuna squadra mi ha voluto così fortemente come l'Inter. "Nessuno mi ha voluto come l'Inter, ringrazio anche l'allenatore che mi ha voluto tanto, voglio ripagare la fiducia".

CR7 - "Per il calcio italiano è una bellissima notizia che viene a giocare da noi un giocatore come Cristiano Ronaldo. Numero 6? E' un numero che mi è sempre piaciuto".

In questi primi giorni di ritiro c'è un compagno che l'ha impressionata?

"Non ho preferenza, l'anno scorso ho giocato a tre ma prima ho sempre giocato a quattro e mi trovo bene con entrambe, dipende dal mister". I compagni mi hanno accolto bene, sono tutti simpatici e mi sono trovato subito bene.

ESEMPIO - "Provo ad essere un esempio in quello che faccio e nel lavoro. Provo ad aiutare i miei compagni dove posso, sono fatto così". "E' importante per fare bene come squadra".

Nella sua scelta ha influito Spalletti?

"Il passato è passato, non si può tornare indietro".

I motivi del suo passaggio ai nerazzurri sono diversi ma a convincere de Vrij è stato soprattutto il progetto: "La società vuole crescere, siamo ambiziosi e puntiamo a far bene in tutte le competizioni. Ma se mi guardo allo specchio, penso che ho sempre fatto tutto quello che ho potuto in questi anni, fino all'ultimo minuto".

Altre Notizie