Ronaldo, lettera d'addio: "Real, era l'ora di andare"

Cristiano Ronaldo alla Juve, è questione di ore: ma a Cattolica si vendono già le magliette bianconere di Cr7

Cristiano Ronaldo è della Juventus

È diventato anche il capocannoniere nella storia del Real Madrid con 451 gol in 438 partite.

In campo e nello spogliatotio ho avuto dei compagni favolosi, ho sentito il calore di una tifoseria incredibile e assieme abbiamo conquistato 3 Champions consecutive e 4 Champions in 5 anni.

Oltre ai cinque Palloni d'Oro, Cristiano ha arricchito la propria sontuosa bacheca con ulteriori premi individuali. "Il Real Madrid sarà sempre casa sua".

Tuttavia, credo che sia giunto il momento di aprire una nuova fase nella mia vita ed è per questo che ho chiesto al club di accettare il mio trasferimento. Sono stati 9 anni unici. Sento questo, per cui chiedo a tutti, specialmente ai nostri tifosi, di compiacermi. Me ne vado ma porterò con me questa maglia, questo simbolo e il Bernabéu, ovunque sarò. "A beneficiarne sarà il sistema calcio italiano nel suo insieme non solo in termini di spettacolo e competizione, ma anche per quanto riguarda la creazione di valore del settore", ha sottolineato Miccichè. Perso Cristiano Ronaldo, al Real Madrid sanno bene che l'unico modo per leccarsi le ferite è trovare nel minor tempo possibile un erede all'altezza del principale artefice dei trionfi degli ultimi nove anni.

Rispetto all'ultimo bilancio disponibile, quello di giugno 2017, l'arrivo di Cristiano Ronaldo potrebbe significare per la Juventus un aumento dei ricavi fra i 100 e i 130 milioni di euro all'anno, a partire dal bilancio 2019-2020. L'operazione è stata definita in tutti i suoi dettagli con Andrea Agnelli che è addirittura volato in Grecia per dare il suo benvenuto in bianconero a CR7. Un privilegio speciale che la Juventus ha voluto riservare al fuoriclasse portoghese. Cristiano ha detto sì ai 30 milioni di euro netti per 4 anni promessi dai bianconeri.

Altre Notizie