Napoli, via al raduno: inizia ufficialmente l'era Ancelotti

Carlo Ancelotti allenatore del Napoli

Carlo Ancelotti allenatore del Napoli

Certamente il calcio italiano trae grande vantaggio e casualmente arrivo nell'anno in cui torna anche Ronaldo: ne trae vantaggio la Juve ma anche gli altri perché sarà una motivazione in più per fare bene. "Il mio più grande colpo sul mercato è stato convincerlo a venire qui".

Poi ecco la stoccata al suo ex tecnico Maurizio Sarri. Ancelotti accende i motori per la sua nuova avventura a Napoli, il ritorno in Italia, dopo aver vinto tutto con Milan, Chelsea, Psg, Real Madrid e Bayern Monaco e lo fa con il suo abituale aplomb.

L'anno scorso proprio un'intuizione di Sarri aveva permesso a Mertens di disputare un'ottima stagione da attaccante e Ancelotti ammette: "E' un attaccante completo, da prima punta ero perplesso ma poi ha fatto 30 gol". Chi vivrà, vedrà" sottolinea il presidente del Napoli che ci tiene ad aggiungere: "Jorginho, pur considerandolo ottimo giocatore, si è deciso che se ha delle richieste le valutiamo. E poi io faccio i film ma Ronaldo non è un attore, mentre Marchionne con la Ferrari lo può sfruttare creando un grande valore aggiunto. Mi sono arrabbiato con i miei colleghi per il diritti tv con Sky. Verdi come Mertens è bravo a giocare nella trequarti, da quel punto di vista ho varie possibilità perché poi c'è anche Callejon che è formidabile. "Ma magari fra 10 anni si dirà che nel 2018 sono tornati CR7 e Ancelotti..." Chiunque è arrivato qui a Napoli ha le qualità giuste per migliorare questa rosa, che ribadisco era già competitiva di per sé. E' una sfida per me e l'obiettivo è sempre quello: rendere competitiva la squadra in tutte le competizioni più a lungo possibile.

E' l'Ancelotti day per il Napoli.

L'anno scorso i partenopei hanno chiuso il campionato a 91 punti, dimostrando di avere le possibilità di competere con la Juventus: "Lo stile mi è piaciuto molto, non sono qui per cancellare ciò che è stato fatto". Penso all'Inter, per esempio. Noi dobbiamo fare la nostra strada e non siamo qui per pettinare le bambole, si parte per vincere il campionato e non per arrivare secondi, che non piace a nessuno. Sono contento che Ronaldo sia venuto in Italia.

Roma più avanti del Napoli in Champions grazie al sorteggio.

Altre Notizie