Grotta in Thailandia: fuori e in salvo 8 dei 12 ragazzini

Chiudi
   Apri

Chiudi Apri

Dovrebbero riprendere nella notte per portare in salvo gli altri otto ragazzi e il loro allenatore. Le operazioni si sono svolte più velocemente rispetto alle previsioni del coordinatore dei soccorsi, Narongsak Ossottanakorn.

Le operazioni di recupero per estrarre i 12 ragazzi e il loro coach sono iniziate alle 10 locali (le 5 in Svizzera). I giovani già fuori dalla grotta saranno trasportati, tramite elisoccorso, negli ospedali della regione.

IMPEGNATI 90 SUB - Sono 90 i sub impegnati nelle operazioni di soccorso dei ragazzi intrappolati da due settimane nella grotta di Tham Luang.

"L'operazione è in corso", ha detto un ufficiale della Marina thailandese alla Cnn. Sarà recuperata una persona per volta. Lo riportano i giornalisti presenti sul posto, e anche se non è chiaro chi possa essere all'interno dei veicoli, una simile attività si era vista nei minuti successivi al ritorno in superficie dei quattro ragazzi portati in salvo. Come ieri, appena riemersi sono stati assistiti all'ospedale da campo, per poi essere trasferiti in elicottero all'ospedale di Chiang Rai.

Il primo a uscire è stato Monhkhol 'Mark' Boonpiam, 13 anni, seguito da Prajak 'Note' Sutham. Il piano buddy dive scatta quando in Thailandia sono le dieci del mattino.

Da allora non si avevano più contatti con il gruppo.

I Navy Seal thailandesi hanno celebrato il doppio successo del blitz tra ieri e oggi sulla loro pagina Facebook, stilando una lista che va dal "cinghialotto numero 1", al "cinghialotto numero 8" con la sintesi numerica del loro temporaneo trionfo: "2 giorni, 8 cinghialotti", e chiudendo il messaggio con un "Urrà!". Alle 17.10 i primi due raggiungono finalmente la camera tre, sempre all'interno della grotta, ma in un'area ormai sicura. Secondo Narongsak Osatanakorn, il primo miglioramento delle condizioni atmosferiche faceva sperare per il meglio, ma la ripresa della piaggia impone la massima urgenza per tirar fuori il resto dei ragazzi. L'entusiasmo si diffonde nella tendopoli e in tutta la Thailandia, ma ci sono televisioni di tutto il mondo che stanno rilanciando le immagini di questa impresa. Non è chiaro se la loro richiesta sia stata accolta. Ecco di che si tratta. Il condotto è complicato da attraversare anche per sub esperti. L'operazione prevede che ogni ragazzo venga scortato da due sommozzatori.

Le autorità si sono dette pronte a fornire viveri ai ragazzi per sopravvivere fino a quattro mesi, ossia fino alla fine della stagione delle piogge.

Altre Notizie