Silverstone: la gara perfetta

F1 Silverstone pole a Hamilton

F1 Silverstone pole a Hamilton

Silverstone non ha vinto Hamilton, e questa è già di per sé una notizia, considerando che il campione del mondo ha infilato sul circuito di casa 4 vittorie negli ultimi quattro anni. Sono contento, grazie al team che mi ha sostenuto”. Ecco, più che altro questo deve avergli dato un gusto particolare, alzare la coppa del primo classificato davanti alla marea di tifosi (340.000 in tre giorni) del suo primo e unico rivale nella rincorsa al titolo mondiale. Sabato dopo le qualifiche non si era presentato in tempo per le foto di rito. Ma davanti c'era stavolta un insuperabile Vettel. Al giro 20 si ferma anche Vettel ed esce in seconda posizione alle spalle di Hamilton.

"Kimi ha chiesto scusa, lo accetto e andiamo avanti".

Quindi, il parziale dietro-front di Wolff: "è frustrante quando accadono questi episodi, è la seconda volta in tre gare che una Ferrari rovina la gara a un nostro pilota e alla squadra". Vettel allunga in classifica mondiale, è più 8 su Hamilton. Ha dovuto ingoiare titoloni nei quali veniva accusato di non saper più vincere, ma è rimasto composto, e ieri ha dimostrato, se mai ce ne fosse bisogno, tutta la sua classe al volante per l'ennesima volta.

Vettel vince a casa di Hamilton.

Una gara divisa in più step, con l'ingresso della safety car dopo l'incidente di Ericsson con la Sauber che ha permesso a Bottas di passare al comando, quando la Ferrari ha deciso, rischiando, di fare un nuovo pit stop e montare su entrambe le monoposto le gomme gialle per attaccare nel finale. Vettel ottiene così la sua 51esima vittoria in carriera - raggiunto il francese Alain Prost - la 12esima in Ferrari. Terzo posto per il finlandese della rossa nonostante i 10 secondi di penalita' per il contatto con la Mercedes in una gara piena di colpi di scena e di grandi sorpassi. Perdevo tanto carico aerodinamico e il bilanciamento risultava compromesso. Bravo Raikkonen dunque, che sta convincendo come a inizio stagione. Quarto posto per la Mercedes di Valterri Bottas e quinto per la Red Bull di Daniel Ricciardo. Il vincitore di Spielberg, superato da Raikkonen, dopo qualche chilometro si è insabbiato, poi si è ritirato per un problema al pedale del freno. Facendo un veloce riassunto di quanto accaduto, il pilota Ferrari dopo essere arrivato al bloccaggio aveva speronato il driver Mercedes costringendolo ad una rimonta dal fondo gruppo. Gara notevole per Nico Hulkenberg, sesto con la Renault.

Altre Notizie