Ryanair, tutto sugli scioperi di luglio

Ryanair per il 25 luglio indetto uno sciopero di 24 ore   
                       
                
         Oggi alle 16:13- ultimo aggiornament

Ryanair per il 25 luglio indetto uno sciopero di 24 ore Oggi alle 16:13- ultimo aggiornament

Tutto confermato. L'ondata di scioperi di Ryanair arriva anche in Italia. Ad annunciarlo sono i sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti. Perché sempre il 25 luglio a scioperare saranno anche i dipendenti con base in Belgio, Portogallo e Spagna - a rischio i voli diretti a Milano -, che prolungheranno l'agitazione anche per la giornata di giovedì 26. Insomma i sindacati sono di nuovo sul piede di guerra.

Gli assistenti di volo di Ryanair hanno programmato due giorni di sciopero: il personale di cabina di Italia, Spagna, Portogallo e Belgio ha deciso di incrociare le braccia dal 25 al 26 luglio. "Neanche il sindacato tedesco Vereinigung Cockpit, che rappresenta i piloti, ha raggiunto un accordo: se non ci saranno sviluppi positivi e non si raggiungerà un accordo entro la fine di luglio, lo sciopero potrebbe coinvolgere anche la Germania", aggiunge. Una compagnia che - parole dei sindacati - "nonostante le sentenze della magistratura ed a dispetto dei più elementari diritti costituzionali, continua a preferire unilateralmente interlocutori minoritari", indebolendo "il potere negoziale dei lavoratori" e impedendo l'avvio di un tavolo che consenta a piloti e assistenti di avere "un contratto collettivo di lavoro" che garantisca "al personale dignità professionale e salariale, tutele sociali, previdenziali e sindacali". A proclamare lo sciopero sono gli assistenti di volo di Ryanair, la principale low cost d'Europa che una delle sue basi nell'aeroporto di Orio al Serio-Bergamo. "La nostra battaglia di civiltà, legalità e dignità per i lavoratori e le lavoratrici di Ryanair non si fermerà fino a che la proprietà della compagnia non comprenderà che l'approccio sinora tenuto dal management è contrario agli interessi degli azionisti, dei dipendenti e dei passeggeri", concludono. Sono 34 le richieste da parte del personale a RyanAir: si va dalla richiesta di non far pagare più divise, cibo e acqua, alla critica alla competizione interna su chi vende più prodotti a bordo dei velivoli fino ai permessi per malattia.

Altre Notizie