Aifa, ritiro lotti di diversi farmaci con valsartan - Salute & Benessere

Aifa, ritiro lotti di diversi farmaci con valsartan - Salute & Benessere

Aifa ritira diversi farmaci con valsartan

Cosa deve fare chi li assumeva? Sarà sicuramente una situazione non facile da gestire per le persone che dovranno cambiare terapia, ma sarà importante farlo per evitare di avere alcuni problemi potenzialmente anche pericolosi in vista del futuro. Si tratta di medicinali usati per il trattamento di ipertensione arteriosa e insufficienza cardiaca e nei pazienti che hanno subito un infarto cardiaco. "L'impurezza è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l'uomo, che sarebbe presente nei lotti di materia prima utilizzati per produrre i medicinali contenenti valsartan oggetto di ritiro".

"I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II" precisano dall'agenzia.

Con una nota, l'Aifa - l'Agenzia del farmaco - ha ritirato dal mercato una serie di medicinali che contengono il principio attivo del valsartan. La sostanza è stata riscontrata soltanto nel principio attivo prodotto dall'officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, in Cina. Il Valsartan si trova generalmente nei farmaci utilizzati per trattare l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca, ed è un antagonista del recettore dell'angiotensina.

I lotti incriminati sono stati pubblicati recentemente sul sito dell'Agenzia e contiene oltre 700 voci, sito in cui viene specificato che: "se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell'elenco, puoi continuare regolarmente il trattamento". Se invece il farmaco è presente nella lista, bisogna consultare immediatamente il medico al fine di utilizzare terapie alternative il prima possibile. In ogni caso, consiglia di parlare col proprio medico di famiglia per concordare un trattamento alternativo con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con un farmaco diverso. Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio. Cliccando qui potete leggere il comunicato ufficiale.

Altre Notizie