Nissan e Italdesign insieme per sviluppo GT-R - Prove e Novità

Nissan GTR-50 by Italdesign tanti auguri Godzilla

Nissan GTR-50 by Italdesign, tanti auguri Godzilla

"E se creassimo una GT-R senza limiti e potessimo costruirla davvero?"

Una convergenza da celebrare con un veicolo che evolve profondamente il linguaggio stilistico della GT-R attualmente in produzione, con una carrozzeria che guarda al futuro: più precisamente, Italdesign ha sviluppato, progettato e realizzato la vettura. Sono cinquant'anni che Italdesign dà forma al mondo dell'automotive e cinquant'anni che Nissan regala emozioni con il suo iconico modello GT-R. "Nonostante questa non rappresenti la futura generazione delle GT-R, è la celebrazione di due anniversari in un modo creativo e provocatorio - combinando una delle migliori piattaforme ingegneristiche di Nissan, design giapponese con la capacità di costruzione italiana", ha poi aggiunto Albaisa.

PIU' BASSA A partire dal frontale, dove la Nissan GT-R50 by Italdesign presenta un elemento interno dorato che si estende a tutta larghezza. Mentre il design di interni ed esterni è stato realizzato dai team di Nissan Design Europe a Londra e Nissan Design America. Contestualmente, anche uno dei grandi nomi del design italiano ha raggiunto il mezzo secolo: è Italdesign, lo studio di progettazione creato da Giorgetto Giugiaro nel febbraio del 1968 e, dal 2010, in quota Gruppo Volkswagen con una prima acquisizione del 90,1% del capitale (il restante 9,9% venne, successivamente, acquisito da VW nell'estate del 2015). Evoluti anche i gruppi ottici: dotati di sottili fari a Led, si estendono dal passaruota fino alla scanalatura sopra le prese d'aria esterne.

In vista laterale spicca il peculiare profilo del tetto, ridisegnato e abbassato di 54 mm con una sezione centrale che scende rispetto le sezioni esterne leggermente rialzate, conferendo così a questo elemento un effetto più muscoloso, tratto in comune con l'originale. Le ruote personalizzate - da 21×10 pollici anteriormente e 21×10,5 pollici posteriormente - accentuano l'immagine grintosa dell'auto. La fibra di carbonio compare dunque in due diverse declinazioni ricorre lungo la console centrale, il cruscotto e i pannelli delle porte, per accompagnarsi al nero della pregiata pelle italiana e dell'Alcantara dei sedili.

Gli accenti dorati richiamano il trattamento esterno nel quadro degli strumenti, nelle porte e nel cambio ispirato alle auto da corsa. La Nissan GT-R50 by Italdesign monta il V6 VR38DETT da 3.8 litri da 720 CV e 780 Nm di coppia (i valori sono ancora stimati). Il propulsore riceve in dote alcune modifiche derivate dall'esperienza della versione GT3: due turbocompressori di grosso diametro e ad alta potenza e intercooler più grandi. Questo oltre alla trasmissione transaxle posteriore sequenziale a sei rapporti con doppia frizione rinforzata e ai differenziali e agli alberi di trasmissione più forti. La sospensione è stata rivisitata ed arricchita con un sistema di smorzamento continuo regolabile Bilstein DampTronic. L'impianto frenante di marca Brembo ha freni anteriori a sei pistoni e posteriori a quattro pistoni, con pastiglie rosso acceso chiaramente visibili. Gli pneumatici Michelin Pilot Super Sport da 255/35 R21 sull'avantreno e 285/30 R21 sul retrotreno aggiungono il livello di aderenza necessario per sfruttare la potenza del motore.

Altre Notizie