Porti chiusi ai migranti, Macron: "Populisti sono come la lebbra"

Scontro tra Macron e Di Maio. Il presidente francese:

Migranti, è scontro tra Italia e Francia Macron: ‘Populisti crescono come lebbra’ Di Maio:…

"Voi li vedete crescere - ha detto il presidente francese in un discorso a Quimper - un pò dappertutto in Europa, nei Paesi in cui non pensavamo fosse possibile vederli tornare". Il riferimento - scrive LeFigaro.fr - sarebbe al rifiuto dell'Italia di aprire i porti alle ong. "La vera lebbra è l'ipocrisia di chi respinge gli immigrati a Ventimiglia - aggiunge - e vuole farci la morale sul diritto sacrosanto di chiedere una equa ripartizione dei migranti. La solidarietà o è europea o non è", la dura replica del ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio. "Un signore. Caviale, champagne e signorilità.", ironizza invece il segretario leghista.

A chi lo accusa di inazione rispetto all'accoglienza dei migranti, Macron chiede di "guardare ciò che accade altrove". E in effetti il presidente poco dopo ha ribadito: "Quando gli altri tradiscono - persino l'asilo -, fanno le peggiori provocazioni umanitarie". Non dividendoci tra noi stessi. "Se la Francia si prende dieci barconi dalla Libia, ne riparliamo" ha detto il ministro dell'Interno in un comizio a Viterbo. "Mi spiace solo che la Francia ai Mondiali stia battendo il Perù", ha aggiunto. Il presidente francese ha poi attaccato le "nostre elite economiche, giornalistiche, politiche, che hanno una responsabilità immensa su questo tema". Allo stesso tempo il presidente francese critica il fatto che tutti rivendichino il concetto del "non si possono accogliere tutti" e sottolinea che si deve comunque continuare a mostrare l'amore per l'Europa. In particolare Macron tuona contro il "nazionalismo che rinasce, la frontiera chiusa che alcuni propongono". Quindi un appello rivolto ai 130 rappresentanti locali presenti in Bretagna: "Ho bisogno di queste terre che credono nell'Europa, ho bisogno di francesi che credono in questo progetto perché conoscono la nostra storia, perché conoscono il prezzo dei nazionalismi, perché conoscono il prezzo dell'imbecillità".

Altre Notizie