Via libera alle nomine: 45 viceministri e sottosegretari pronti al giuramento

Via libera alle nomine: 45 viceministri e sottosegretari pronti al giuramento

Governo, intesa per viceministri e sottosegretari

Luca Frusone silurato sulla linea d'arrivo.

Infine, tra i nomi avanzati dai leghisti vi sarebbe quello dell'ideologo della 'flat tax' Armando Siri come sottosegretario al Mise, dove affiancherebbe il super-ministro Luigi Di Maio.

M5s e Lega accelerano sul completamento della squadra di governo, dopo una impasse durata dieci giorni che ha bloccato anche i lavori del Parlamento: in un vertice di maggioranza non semplice si è trovata l'intesa su 6 viceministri e 39 sottosegretari che sono stati nominati in un Consiglio dei ministri serale.

Sottosegretari. Presidenza del Consiglio dei ministri on.

Il completamento del Consiglio dei Ministri è stato reso noto dal Ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro al termine del Cdm.

Vicenzo Santangelo, Simone Valente e Guido Guidesi (i primi due del Movimento, l'ultimo della Lega) saranno sottosegretari per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia Diretta. La Pubblica Amministrazione è stata affidata al deputato Cinque Stelle Mattia Fantinati. Nata ad Afragola, Giuseppina (detta Pina) Castiello - in forza alla Lega di Salvini - si occuperà delle politiche del Mezzogiorno. Vincenzo Zoccano (Famiglia e disabilità); pres. Luciano Barra Caracciolo (Affari europei); sen. Pareggio sui Servizi: il presidente Conte ha mantenute per sé la delega.

Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) è ora nella mani del braccio destro di Matteo Salvini, Giancarlo Giorgetti.

Agli Esteri: Emanuela Claudia del Re; Manlio Di Stefano; Ricardo Antonio Merlo; Guglielmo Picchi. Alla Giustizia: Vittorio Ferraresi e Jacopo Morrone. Alla Difesa: Angelo Tofalo; Raffaele Volpi.

25 i sottosegretari indicati dal M5s, 17 dalla Lega, 2 tecnici, uno dal Maie (Movimento associativo italiani all'estero). Economia e finanze: Massimo Bitonci, Laura Castelli, Massimo Garavaglia, Alessio Mattia Villarosa. Scelte che hanno portato all'esclusione di Stefano Buffagni, bocconiano vicino a Casaleggio, che aspirava alla delega alle Partecipate.

Luigi Di Maio al ministero dello Sviluppo Economico si avvarrà della stretta collaborazione dei parlamentari M5S Davide Crippa, Andrea Cioffi, l'economista Michele Geraci (Lega) e Dario Galli (Lega).

All'Agricoltura Franco Manzato, Alessandra Pesce. Ultima poltrona al 38enne Salvatore Micillo, napoletano di Villaricca, che arriva dal cuore della Terra dei Fuochi ed è sottosegretario al Ministero dell'Ambiente al fianco del generale Costa, deciso a continuare a combattere la sua battaglia contro il traffico illecito dei rifiuti nella terra più avvelenata della Campania.

Altre Notizie