Tributi, Cedan: entro il 18 giugno versamento dell'acconto Imu e Tasi 2018

Imu e TASI per gli ENC triplice versamento entro il 18 giugno

Tributi, Cedan: entro il 18 giugno versamento dell'acconto Imu e Tasi 2018

Con l'arrivo dell'estate, arrivano inesorabili anche le scadenze fiscali del mese di giugno in cui si concentrano, in meno di 15 giorni, le patrimoniali IMU e TASI, le reddituali IRPEF-IRES-IRAP e anche le previdenziali dell'INPS.

L'importo minimo per il versamento Imu e Tasi è fissato in 12 euro e i Comuni hanno facoltà di ridurlo ulteriormente, ma non di aumentarlo.

Oltre a chi possiede una prima casa, sono esenti dal pagamento delle imposte, anche gli appartenenti alle forze dell'ordine che risiedono lontani dalla loro residenza abituale per motivi di servizio e, gli iscritti all'AIRE percettori di pensione estera.

Ultima settimana prima dello scadere del primo dei due appuntamenti di giugno con l'Erario: il prossimo lunedì, 18 giugno, è infatti il termine entro cui devono essere versate una serie di imposte e tasse, tra cui le principali sono le ritenute IRPEF e i contributi previdenziali di dipendenti e collaboratori, l'IVA relativa al mese di maggio per i contribuenti mensili e gli acconti 2018 di IMU e TASI.

Tuttavia, come si è precedentemente ricordato, l'esenzione IMU e TASI per quei soggetti che si trovano ad essere ricoverati e con residenza nella struttura sanitaria si applica soltanto in quei Comuni che hanno approvato con specifica delibera l'"assimilazione ad abitazione principale dell'unità abitativa in possesso o usufrutto dell'anziano". L'acconto è pari al 50% dell'importo complessivo, e a dicembre occorrerà effettuare il saldo considerando le aliquote del 2018, che dovrebbero rimanere le stesse.

- PROPRIETARI ALLA CASSA: Sono chiamati a pagare l'Imu e la Tasi i proprietari e i titolari di diritti reali sugli immobili, con esclusione dei proprietari di prima casa che dal 2017 non pagano nemmeno la Tasi.

Come pagare Imu e Tasi 2018? Ma per ottenere questo sconto è necessario che ci sia un contratto di comodato d'uso. Per la compilazione del modello ci si può rivolgere ai professionisti abilitati (commercialisti o Caf). Anche se Imu e Tasi riguardano lo stesso immobile non è possibile pagarli insieme in un unico bollettino: vanno sempre compilati due moduli separati perché i codici di riferimenti dei tributi sono diversi. Esentate dal pagamento di Imu e Tasi sono circa 14.500 abitazioni principali (con altrettante pertinenze, e cioè garage e cantine), mentre le altre 14mila seconde case pagheranno solo l'Imu.

Altre Notizie