Morte Astori, emersi elementi di patologia cardiaca

Astori, la perizia medica svela:

Astori, la perizia media svela: "Aveva una patologia cardiaca"

La seconda parte del comunicato è riferita alle notizie pubblicate nei giorni scorsi (colpevolmente anche da noi) in cui venivano riportate le presunte cause della morte, sulle quali la famiglia scrive che queste sono: "estremamente confuse, contraddittorie e fuorvianti, poiché tutte le informazioni desunte da approfondimenti clinici e relazioni medico-legali non sono ancora state pubblicate, al punto che neanche noi ne siamo a conoscenza".

La famiglia di Davide Astori ha pubblicato una lettera sulle pagine del Corriere dello Sport.

Proseguono gli accertamenti della procura di Firenze per la morte del capitano della Fiorentina Davide Astori, deceduto improvvisamente a Udine il 4 marzo scorso nell'hotel dove la squadra era in ritiro prima della partita di campionato con l'Udinese.

Secondo quanto riportato da Tuttosport questa mattina, il caso e le indagini scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori sono ben lontani dall'essere chiusi. Nella perizia dei professori Carlo Moreschi e Gaetano Thien si parla di tachiaritmia, cioè un'accelerazione improvvisa dei battiti, che ribalta così la tesi iniziale. Secondo i periti Astori non sarebbe morto nel sonno. Non solo, perché se il ragazzo non fosse stato da solo in camera, forse poteva essere salvato. "Non appena il lavoro sarà terminato decideremo se proseguire l'indagine o chiedere l'archiviazione".

Altre Notizie