Migranti, Salvini chiude i porti italiani: 'Aquarius' sbarchi a Malta'. L'isola rifiuta

Migranti, Salvini attacca il Roma Pride: «Sono tutti contro di noi come i sindacati, i giornali, Confindustria, Soros» (VIDEO)

L'Opinione delle Libertà

E a serpeggiare, ora più che mai, è la fobia dello straniero, del migrante, di chi è percepito come altro da sé: è la xenofobia. Vorrei averne decine di schiaffi così - ha detto il ministro dell'Interno e segretario della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa in via Bellerio - Anzi, se il governo francese, inglese, greco o cipriota volessero aiutarci, sono pronto a farmi prendere a schiaffi dalla mattina alla sera.

Salvini non ha dubbi nel definire "un nuovo inizio", la scelta di non far attraccare in un porto italiano la nave. Matteo Salvini interviene al Senato per informare sul caso della nave Aquarius e, oltre a ripercorrere le giornate di domenica e lunedì con il "mancato intervento di Malta", ne approfitta per un intervento a tutto tondo sulla questione immigrazione, mentre dai banchi del Pd, Davide Faraone espone un cartello con scritto "Forte con i deboli". Aggiornamenti continui e costanti monitorano la sua posizione nelle acque tra Malta e l'Italia. Il presidente francese Emmanuel Macron denuncia "una forma di cinismo e di irresponsabilità" da parte dell'Italia nel caso della nave Aquarius: è quanto riferito dal portavoce del governo, Benjamin Griveaux, al termine del consiglio dei ministri a Parigi. Per questo motivo si sta muovendo in modo circolare sullo stesso pezzo di mare in attesa di disposizioni. Anche da Madrid arrivano accuse con il ministro della Giustizia, Dolores Delgado, che non ha escluso il rischio di responsabilità penali internazionali per l'Italia. Più precisamente, come riporta Il Post, "232 erano sbarcati sabato nel porto di Reggio Calabria, soccorsi dalla nave della ong Sea Watch; e altri 220 circa erano sbarcati a Pozzallo". Tra gli uomini salvati ci sono 134 minorenni e 7 donne incinte. Si può negare il soccorso in mare nel nome della ragion di Stato? "Il nostro obiettivo è di salvare di vite umane prima della partenza". La Commissione europea ha cercato si sbloccare la situazione di stallo tra Malta e Italia lanciando un appello per dare rilievo all'imperativo umanitario e non al contenzioso diplomatico. Dismessa la felpa in favore di completi ministeriali, Salvini non ha cambiato toni e contenuti delle sue esternazioni. Se pensano di ripetere quello che hanno fatto finora, con sbarchi su sbarchi, sappiano che ora il ministro e il governo sono cambiati. A riferirlo è la giornalista Anelise Borges che si trova proprio sulla Aquarius. Da oggi anche l'Italia comincia a dire NO al traffico di esseri umani. La fine del business dell'immigrazione è nei nostri venti punti. Tralasciamo però questo discorso e concentriamoci piuttosto su una delle sue conseguenze più gravi: chi si sente di appartenere alla cerchia dei Buoni, infatti, si sente in virtù di ciò anche al di sopra delle leggi. Porti italiani chiusi e scontro con Malta, questo sta accadendo in questi ultimi giorni nella politica italiana.

Altre Notizie