Lavoro, Ispettorato obbliga Amazon a stabilizzare 1.300 lavoratori

Amazon app triplicate in un anno appstore amazon

Amazon Italia deve assumere 1300 precari

Amazon ha sforato le quote per l'utilizzo di *lavoratori somministrati e ora dovrà assumere 1.300 lavoratori che potranno chiedere la stabilizzazione dal primo giorno del loro utilizzo. Lo ha deciso l'Ispettorato del lavoro dopo un accertamento, che mirava tra le altre cose anche a chiarire la regolarità dell'utilizzo dei braccialetti informatici per il controllo a distanza e il miglioramento della ricerca dei pacchi da parte dei dipendenti.

"E' una notizia molto importante".

Piacenza, 10 giu - Amazon è finita nel mirino dell'Ispettorato del lavoro di Piacenza. Nel documento viene spiegato che la multinazionale "ha utilizzato, nel periodo da luglio a dicembre 2017, i lavoratori somministrati oltre i limiti quantitativi individuati dal contratto collettivo applicato".

Dall'ispezione è emerso che "l'impresa, a fronte di un limite mensile di 444 contratti di somministrazione attivabili, nel periodo suindicato, ha invece sensibilmente superato tale limite, utilizzando in eccesso un totale di 1.308 contratti per lavoratori somministrati". I dati diffusi dall'azienda invece sono completamente diversi: solo il 10% del personale si sarebbe astenuto dal lavoro. L'azienda si è detta disponibile ad impegnarsi "affinché tutte le osservazioni che ci vengono rivolte siano affrontate il più rapidamente possibile".

L'azienda aggiunge che nel verbale di contestazione non sembra essere riportato il numero di contratti in somministrazione citato nei media e nel comunicato stampa dell'ispettorato del lavoro. Lo ha stabilito l'Ispettorato nazionale del lavoro.

Nel centro di distribuzione di Castel San Giovanni, al momento dell'apertura, nel 2011, erano impiegate 150 persone a tempo indeterminato. È arrivata la replica di Amazon che attraverso una nota ha fatto sapere: "Amazon è un datore di lavoro corretto e responsabile". Fiorenzo Molinari di Filcams sostiene che "quando abbiamo iniziato a fare le denunce sulle condizioni di lavoro, poi sfociate nello sciopero del Black Friday, c'è stato l'interessamento delle strutture ispettive".

Esultano i sindacati. Carmelo Barbagallo, segretario generale Uil, parla di una "vittoria dell'impegno dei lavoratori e del sindacato".

Altre Notizie