Red Bull: contrordine perché la MGU-K di Ricciardo è da sostituire

F1 | Red Bull Horner “Rispetto a Ferrari e Mercedes nel Q3 paghiamo in termini di potenza”

F1 | Red Bull, Horner: “Rispetto a Ferrari e Mercedes, nel Q3 paghiamo in termini di potenza”

Possibile penalizzazione per Daniel Ricciardo nel Gran Premio del Canada di domenica 10 giugno.

La gara di Monaco nella quale Daniel Ricciardo è riuscito a conquistare pole position e vittoria non potrà essere ripetuta in Canada; il problema accusato dall'australiano all'MGU-K che aveva smesso di funzionare durante l'ultimo GP, nonostante l'ottimismo mostrato dai tecnici della Renault, non è sanabile in vista del weekend canadese e proprio per questo il pilota della Red Bull sarà costretto a scontare una penalità sulla griglia di partenza iniziando in salita il weekend di Montrèal.

A Monaco la MGU-K, il dispositivo per il recupero dell'energia cinetica, ha totalmente smesso di funzionare sulla macchina di Ricciardo dopo una trentina di giri. Newey, però, ha subito smorzato gli entusiasmi, affermando che i nuovi sviluppi faranno guadagnare al massimo un decimo al giro sulla prestazione delle altre vetture. Inoltre, più che sulla potenza, i transalpini dovrebbero concentrarsi molto sull'affidabilità, che evidentemente rappresenta un grande problema.

"Abbiamo dei dubbi anche sulla batteria - ha chiarito il tecnico inglese all'agenzia Reuters- stiamo aspettando una risposta definitiva da parte della Renault in merito, ma sappiamo già che l'MGU-K dovrà essere sostituita".

Christian Horner ha comunicato che scioglierà la riserva relativa al motore della prossima stagione tra fine giugno e inizio luglio; le alternative sono essenzialmente due: Renault o Honda, che da quest'anno è fornitore del team satellite di Red Bull, Toro Rosso.

Altre Notizie