Tre oristanesi trascinano la Nazionale ai Mondiali di calcio a 5

Calcio Italia Campione del Mondo a 5 coi pazienti psichiatrici

Il fanese Matteo Vitali campione del mondo di calcio a 5 di Crazy for Football

"Un sogno che si realizza", ha detto l'allenatore Enrico Zanchini. La Dream World Cup è un evento internazionale che unisce l'aspetto sociale e quello sportivo: oltre 100 organizzazioni tra associazioni sportive, strutture sanitarie e federazioni dei vari Paesi partecipanti scendono in campo per favorire l'utilizzo del calcio come pratica di riabilitazione. Tra loro anche un sardo, Cristian Maoddi, che gioisce nelle foto insieme ai suoi compagni: il trionfo al PalaTiziano di Roma è arrivato grazie alla finale contro il Cile, battuta per 17 a 4. Nel video, pubblicato su Instagram dall'attore Paolo Ruffini, i festeggiamenti in campo degli azzurri.

In quattro giorni - le gare sono iniziate il 13 maggio, a quarant'anni esatti dalla promulgazione della legge Basaglia - la nazionale italiana di calcio a 5 ha scalato la classifica mondiale, affrontando Ungheria, Ucraina, Perù e infine Cile, squadre, le ultime due, che si sono aggiudicate rispettivamente il terzo e secondo posto.

Telecronisti di eccezione per Rai Sport, Marco Tardelli, Siniša Mihajlović e Pino Insegno. "Il gol di Ruggero contro la Francia ...".

"Naturalmente sono contento per l'Italia - ha raccontato Mihajlović - ho visto una bella partita, hanno giocato molto bene e meritatamente hanno vinto". Il calcio ti fa stare bene mentalmente e fisicamente. "Hanno mandato un bel messaggio e spero che dopo questo mondiale vinto, si possa sensibilizzare altra gente per continuare su questa strada". Nei quarti con la Francia hanno giocato tutti e questa credo che sia la mia vittoria più grande: è andato in gol anche Ruggero Della Spina, uno di quelli che fino a oggi aveva giocato pochissimo. Una 'pazza idea' che ha portato all'ispirazione e alla nascita del film documentario Crazy for Football del regista Volfango De Biasi e l'omonimo libro firmato da Francesco Trento e il regista del doc. "Lo sport per I pazienti psichiatrici è importante perché li aiuta con reinserimento sociale e soprattutto a produrre tutta una serie di antidepressivi naturali", così in occasione della Dream World Cup parlano Francesco Trento e Volfango De Biase, autori del documentario 'Crazy for football', vincitore del David di Donatello 2017.

Altre Notizie